chevron-down chevron-left chevron-right chevron-up home circle comment double-caret-left double-caret-right like like2 twitter epale-arrow-up text-bubble cloud stop caret-down caret-up caret-left caret-right file-text

EPALE

Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa

 
 

Blog

CLIPS – Modello di sostegno per l’avviamento di progetti comunitari sostenibili

17/04/2019
by Sissy Hein
Lingua: IT
Document available also in: DE EN ES

/epale/it/file/logo-clips-basicpng-1logo-clips-basic.png

CLIPS Erasmus+-Projekt
Tempo di lettura circa 3 minuti: leggi, condividi, commenta!

Lingua originale: Tedesco


Perché CLIPS?

L’interesse verso uno stile di vita sostenibile all’interno di comunità è riscontrabile in tutta Europa. Tuttavia i progetti in questo ambito, nonostante l’idea e l’entusiasmo siano trainanti, spesso falliscono a causa della mancata comprensione delle basi necessarie per la formazione di un gruppo, per ragioni economiche oppure organizzative. Il progetto Erasmus+ e il modello CLIPS mirano ad aiutare coloro i quali desiderano vivere in comunità con finalità ecologiche e sociali.

Best practice dall'Europa

Il modello CLIPS si basa sull'esperienza di comunità ed ecovillaggi di tutta Europa, riuniti sia attraverso la rete europea di ecovillaggi (Global Ecovillage Network) dal 1995 che a livello nazionale grazie a rapporti di scambio reciproco, desiderosi di condividere il loro modello di successo con altre iniziative simili. L'obiettivo del modello CLIPS è quello di fornire strumenti e formazione per lo sviluppo di progetti comunitari che, nella fase iniziale dei primi 2-3 anni, possono fallire fino al 90% dei casi a causa di un’insufficiente preparazione. Le motivazioni del fallimento sono da ricercare soprattutto nell’inadeguatezza dei processi di formazione del gruppo o per motivi economici ed organizzativi. Il manuale CLIPS mostra strumenti e metodi che si sono dimostrati estremamente efficaci nella costruzione e nel mantenimento delle comunità. Il manuale è disponibile in nove lingue.

I fattori di successo di comunità longeve sono stati analizzati, testati, confrontati e valutati insieme a dieci nazioni partner: Germania, Paesi Bassi, Spagna, Italia, Danimarca, Slovenia, Ungheria, Romania, Svezia e Finlandia. L’esperienza di ogni paese è stata un fattore importante nello sviluppo dei metodi adottati durante l’analisi, così da poter essere “tramandata” in ogni gruppo al quale interessi sviluppare una comunità. Esempi di comunità di successo in Germania sono l'ecovillaggio Sieben Linden, la comunità nel castello di Tonndorf e la Zegg a Bad Belzig, che operano da molti anni con successo sul territorio, hanno portato molto della loro esperienza in questo progetto e sono fonte d’ispirazione costante per chiunque sia interessato a vivere in una comunità o anche solo a saperne di più.

Uno per tutti – Tutti per uno

/epale/it/file/5dimensionendernachhaltigkeitgenpng5dimensionendernachhaltigkeit_gen.png

Dimensionen der Nachhaltigkeit Erasmus+-Projekt CLIPS
Il modello CLIPS visualizza graficamente e attraverso descrizioni dettagliate alcune tra le connessioni elementari che legano l’individuo alla comunità. L’equilibrio e la convivenza di questi due elementi costituiscono il nucleo fondamentale per un sano sviluppo di ogni progetto. Solo così una comunità può prosperare: ovvero quando l'individuo può “aprirsi” alla comunità e svilupparsi ulteriormente e oltre se stesso. I membri della comunità devono infatti essere disposti a mettere in atto una comunicazione trasparente e rispettosa, un approccio costruttivo ai conflitti e ad intese durature e infine processi decisionali condivisi. CLIPS offre un'ampia gamma di materiali e metodi di base per raggiungere questo traguardo.

Un altro passo importante verso lo sviluppo di un progetto orientato alla collaborazione è quello di far sì che gli intenti siano allineati con gli obiettivi e con visioni che li rispecchino. A questo passo segue lo sviluppo di strutture funzionali che siano coerenti con gli intenti, gli obiettivi e i valori. Questioni centrali quali l'amministrazione, il processo decisionale, la proprietà e il potere, la comunicazione etc. andrebbero attentamente discusse e organizzate nel dettaglio. La vera e propria messa in pratica arriva solo al termine del processo, in accordo con gli intenti e le strutture stabiliti in precedenza. Mettere insieme intenti, strutture e pratica, così come l'equilibrio tra individuo e comunità, sono le sfide quotidiane che affrontano le comunità di successo.

/epale/it/file/grafikwelt-gemeinschaftskompasspnggrafikwelt-gemeinschaftskompass.png

Gemeinschaftskompass Erasmus+-Projekt CLIPS

Community Learning – Apprendimento in comunità

All’interno del progetto vengono formati i facilitatori CLIPS, chiamati a studiare esaustivamente il modello CLIPS e a impararne a fondo gli strumenti. La responsabilità dei facilitatori è quella di accompagnare i gruppi e coordinare le iniziative di formazione della comunità attraverso le difficili fasi iniziali, che sono spesso fondamentali e indicative per il futuro successo o fallimento di un progetto.

Il programma CLIPS comprende workshop, mentoring e formazione, ma anche una piattaforma web con molte risorse, link e strumenti sia per i gruppi che per i facilitatori che supportano professionalmente le comunità durante il loro sviluppo.


Note sull'autrice: Sissy Hein ha studiato Interior Design e Princìpi dell'edilizia ecologica presso l’università di Saarbrücken. Dopo anni dedicati a questa professione ha lavorato presso l’istituto tecnico superiore di Saarbrücken come docente di edilizia ecologica dove è stata anche fondatrice e direttrice dell’ufficio di consulenza per l'edilizia ecologica. Sissy Hein è co-fondatrice dell'ecovillaggio Sieben Linden nella regione dell’Altmark, ha vissuto sei anni nella comunità all’interno del castello Schloss Tonndorf e successivamente tre anni nell’Ökozentrum di Verden. Dal 2015 vive nella comunità Lebensbogen nei pressi dei monti Helfenstein vicino a Kassel.

Share on Facebook Share on Twitter Epale SoundCloud Share on LinkedIn