Percorso di navigazione

Altri strumenti

  • Versione stampabile
  • Riduci carattere
  • Ingrandisci carattere

Seguiteci

Facebook

Valutare i progetti

La normativa europea impone alle autorità competenti di eseguire una valutazione d'impatto prima di adottare ed attuare decisioni che hanno un'influenza sull'ambiente di vita delle persone.

Quasi tutte le attività umane, siano esse eseguite da singoli individui, da imprese o da enti, hanno un qualche impatto sull'ambiente. Ma se l'impatto delle nostre scelte individuali può essere limitato, quello della costruzione di una nuova infrastruttura, come un'autostrada o un complesso edilizio è in genere importante e duraturo.

Da qui l'importanza di studiare l'impatto pontenziale di ogni intervento e di verificare se vi sono eventuali alternative. Per questo motivo la legislazione europea prevede una valutazione d'impatto ambientale per la realizzazione delle grandi opere, in modo che per ogni decisione si tenga conto delle implicazioni ambientali.

L'intento è quello di migliorare il processo decisionale. L'esito non è mai scontato, perché occorre valutare tutti gli aspetti di una questione per scoprirne le probabili ripercussioni sull'ambiente.

Il rispetto delle norme ambientali aumenta la legittimità politica di un progetto, garantendo che risulti accettabile per tutti.

Il rispetto della normativa ambientale è indispensabile per la realizzazione di progetti più sostenibili e condivisibili. Il fatto di tener conto in una fase preliminare di considerazioni ambientali comporta reali vantaggi economici e sociali ed evita di dover porre rimedio ad eventuali errori in un secondo tempo. I progetti validi sono generalmente quelli che ottengono un consenso preliminare.

Per i singoli progetti si parla di "valutazione d'impatto ambientale", mentre per i piani o programmi pubblici di più ampia portata di "valutazione ambientale strategica". Ad entrambe si applicano gli impegni previsti dalla convenzione di Aarhus per dare alla popolazione la possibilità di intervenire per tempo, quando ancora tutte le opzioni sono ancora aperte.

La Commissione europea valuta anche le proprie proposte per verificarne l'impatto economico, sociale ed ambientale. Il nostro obiettivo è adottare politiche intelligenti che offrano vantaggi ambientali ad un costo ragionevole.