Competenze chiave e abilità di base

La Commissione europea collabora con i paesi dell'UE per sostenere e rafforzare lo sviluppo delle competenze chiave e delle abilità di base per tutti, dalla prima infanzia e nel corso di tutta la vita.

Di cosa si tratta?

Tutti hanno diritto a un'istruzione, a una formazione e a un apprendimento permanente di qualità e inclusivi che consentano di sviluppare competenze chiave e abilità di base. Le competenze chiave e le abilità di base sono quelle di cui tutti hanno bisogno per la realizzazione e lo sviluppo personali, l'occupazione, l'inclusione sociale e la cittadinanza attiva.

Eppure i dati del programma dell'OCSE per la valutazione internazionale degli studenti (PISA) relativo al 2015 indicano che nell'UE uno studente su cinque non possiede sufficienti competenze in lettura, matematica e scienze. Rispetto ai risultati PISA per il 2012, quelli relativi al 2015 mostrano che la percentuale degli studenti che non raggiungono la sufficienza è salita al 20,6% (+ 4 punti percentuali) in scienze, al 19,7% (+ 1,9 punti percentuali) in lettura e al 22,2% (+ 0,1 punti percentuali) in matematica. Inoltre, il 44% della popolazione dell'Unione possiede competenze digitali scarse o nulle (19%).

La Commissione europea collabora con i paesi dell'UE per sostenere e rafforzare lo sviluppo delle competenze chiave e delle abilità di base per tutti, dalla prima infanzia e nel corso di tutta la vita.

Cosa è stato fatto finora?

Nel maggio 2018 il Consiglio "Istruzione, gioventù, cultura e sport" ha adottato una raccomandazione sulle competenze chiave per l'apprendimento permanente, che sostituisce una precedente raccomandazione in questo campo. L'approccio è quello di promuovere lo sviluppo delle competenze chiave e delle abilità di base:

  • fornendo istruzione, formazione e apprendimento permanente di elevata qualità per tutti
  • dando sostegno al personale docente
  • promuovendo molteplici approcci e contesti di apprendimento in una prospettiva di apprendimento permanente
  • esplorando approcci di valutazione e convalida delle competenze chiave.

Prossime tappe

Entro il 2020 dovrebbe scendere sotto il 15% la percentuale dei quindicenni con risultati insufficienti nelle competenze di base misurate dai test PISA. La Commissione aiuta i paesi dell'UE a rafforzare le competenze chiave e le abilità di base per tutti favorendo l'apprendimento reciproco e lo scambio di buone pratiche.