Classi multilingui

Un crescente numero di bambini nelle scuole nell'UE è di madrelingua diversa dalla lingua principale utilizzata per l'insegnamento nella scuola. Ciò solleva la questione di come sfruttare al meglio il potenziale della diversità linguistica dell'UE.

L'importanza del multilinguismo nelle scuole 

In tutta l’UE figli degli immigrati portano in classe tutta una varietà di nuove lingue e le loro conoscenze linguistiche, che possono essere una risorsa preziosa per i singoli, le scuole e la società nel suo complesso.

Sebbene le cifre differiscano notevolmente tra gli Stati membri dell'UE - dall’1% in Polonia al 40% in Lussemburgo - nell'UE nel suo complesso, poco meno del 10% di tutti gli studenti impara in una lingua diversa dalla propria lingua madre. 

Ciò solleva la questione di come sfruttare al meglio il potenziale insito nella diversità linguistica dell'UE. È stato dimostrato che, in linea di massima, i figli degli immigrati ottengono risultati peggiori dei loro coetanei nelle competenze di base. 

Le scuole devono pertanto adattare i loro metodi didattici per coinvolgere in modo positivo e costruttivo gli studenti che parlano un’altra lingua e hanno un retroterra culturale diverso, dando loro la possibilità di studiare con profitto.

Cosa fa l'UE per promuovere il multilinguismo in classe?

La Commissione sta collaborando con gli Stati membri per individuare strategie efficaci per l'apprendimento delle lingue negli ambienti multilingui e facilitare lo scambio di buone pratiche. I risultati di questa collaborazione e di ampi studi sull'argomento sono confluiti nella relazione della Commissione Insegnamento e apprendimento delle lingue nelle classi multilingui

A seguito di questa relazione e come contributo alla revisione del quadro delle competenze chiave per l'apprendimento permanente, è stata organizzata una serie di seminari tematici e attività di apprendimento tra pari sull'integrazione dei figli degli immigrati attraverso l'istruzione scolastica. 

Il gruppo ha elaborato due relazioni, Ripensare l'insegnamento delle lingue e la diversità linguistica nelle scuole e I migranti nelle scuole europee: imparare le lingue e salvaguardare le conoscenze linguistiche.

Prossime tappe

Il programma Erasmus+ offre nuove opportunità, fra cui la sperimentazione programmatica e la creazione di partenariati di ampia portata, per sviluppare nuove strategie per l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue nelle classi multilingui.

Insieme al Centro per le lingue moderne del Consiglio d'Europa, la Commissione sosterrà lo sviluppo e la diffusione di nuovi metodi di insegnamento delle lingue nelle classi multilingui

Nell'ambito della strategia generale della Commissione per le professioni dell'insegnamento saranno predisposti materiali di supporto e risorse per i docenti che insegnano in classi con allievi di paesi diversi.