Iniziative europee in campo linguistico

La Giornata europea delle lingue e il label europeo delle lingue sono due iniziative ormai consolidate che contribuiscono a promuovere l'insegnamento e l'apprendimento delle lingue e la ricca diversità linguistica dell'Europa.

Giornata europea delle lingue

La Giornata europea delle lingue è un evento che si tiene ogni anno il 26 settembre allo scopo di:

La Giornata europea delle lingue è stata istituita dalla Commissione europea e dal Consiglio d'Europa, che rappresenta 800 milioni di europei di 47 paesi diversi. Vi partecipano molti istituti culturali e linguistici, associazioni, università e, in particolare, scuole. Istituita nel 2001, in occasione dell'Anno europeo delle lingue, questa giornata viene da allora celebrata ogni anno.

Il prossimo 26 settembre e nei giorni precedenti e successivi verranno organizzati in tutta Europa corsi di lingua, giochi, conversazioni, conferenze, programmi radiofonici e tante altre iniziative.

Maggiori informazioni sugli ultimi eventi sono reperibili sul sito del Consiglio d’Europa dedicato alla Giornata europea delle lingue. Gli uffici di rappresentanza della Commissione europea organizzano numerosi eventi in collaborazione con i loro partner in tutti gli Stati membri dell’UE.

Label europeo delle lingue

Il label europeo delle lingue è un premio che incoraggia lo sviluppo di nuove tecniche e iniziative nel campo dell'insegnamento e apprendimento delle lingue, nonché il consolidamento della consapevolezza interculturale in tutta Europa. 

Questa "etichetta di qualità" viene conferita annualmente o semestralmente all'iniziativa più innovativa di ciascun paese partecipante al programma Erasmus+. Il label prende in esame tutti i settori dell'istruzione e della formazione. 

Sostenendo queste iniziative, a livello sia locale che nazionale, il label cerca in particolare di migliorare gli standard dell'insegnamento delle lingue in tutta Europa. Il label europeo delle lingue viene solitamente assegnato dalle agenzie nazionali Erasmus+.

Ecco alcuni esempi di iniziative linguistiche che hanno recentemente ottenuto il label europeo delle lingue.

Alcune recenti ricerche dimostrano come il multilinguismo consenta di mantenere allenato il cervello. Chi conosce più lingue si trova a suo agio a svolgere mansioni diverse, ha una memoria migliore e usa la lingua materna con maggiore precisione. Questa è la premessa fondamentale dell'iniziativa Wise words (Danimarca), che si propone di informare alunni, genitori e insegnanti sui vantaggi del plurilinguismo e di riconoscere le competenze linguistiche avanzate. Nell'ambito della campagna, gli studenti che conoscono più lingue raccontano le loro esperienze, nonché le sfide e le opportunità che questa competenza offre in un contesto scolastico ed educativo.

L'iniziativa "Happy together" (Malta) intende aiutare gli alunni di ogni livello a rafforzare la conoscenza della lingua maltese. La scuola primaria che la promuove conta 1 100 alunni per 170 insegnanti. Gli alunni hanno ben 55 nazionalità diverse e provengono da tutto il mondo. Oltre il 70% degli alunni non sono maltesi. Dovendo da sempre confrontarsi con questa realtà, la scuola ha sviluppato un'atmosfera e politiche che permettono a tutti di sentirsi a proprio agio e che costituiscono una fonte d'ispirazione per gli altri istituti. 

L'iniziativa "Limba nostra" (Italia) è gestita da un consorzio di scuole che hanno creato nuovi piani di studio per la lingua sarda e gallurese, attuati ai livelli consecutivi della scuola dell'infanzia, primaria e secondaria. Il progetto ha proposto un approccio multidisciplinare che consente agli studenti di apprendere contenuti geografici, ambientali, storici e antropologici attraverso l'apprendimento delle lingue.

Per rispondere alla sfida posta dalla crescente immigrazione e favorire una maggiore integrazione, la Regione Umbria dispone di una rete consolidata di università, scuole per adulti e organizzazioni senza scopo di lucro che condividono obiettivi, strumenti e fondi per la messa a punto di programmi linguistici destinati a migranti e cittadini stranieri: Corsi Integrati di Cittadinanza - Conoscere l’Italiano per Comunicare!