Spazio europeo dell'istruzione

Lo spazio europeo dell'istruzione intende aiutare gli Stati membri dell'Unione europea a creare sistemi di istruzione e formazione resilienti e lungimiranti. 

Students of all ages studying

Verso uno spazio europeo dell'istruzione entro il 2025

Lo spazio europeo dell'istruzione punta a promuovere la collaborazione tra gli Stati membri dell'Unione europea (UE) per arricchire ulteriormente la qualità e l'inclusività dei rispettivi sistemi di istruzione e formazione.

In particolare alla luce della pandemia di COVID-19, è essenziale evitare che gli ostacoli strutturali all'apprendimento e allo sviluppo delle competenze incidano sulle prospettive professionali dei cittadini europei e sulla loro partecipazione alla società.

Pertanto, lo spazio europeo dell'istruzione è in linea con Next Generation EU, il piano di ripresa dell'UE dalla pandemia che intende far uscire l'Unione dall'emergenza per condurla verso un'Europa moderna e più sostenibile, in grado di far fronte alle transizioni digitale e verde.

Lo spazio europeo dell'istruzione si propone di sviluppare un approccio olistico all'azione dell'UE nel settore dell'istruzione e della formazione al fine di creare un autentico spazio europeo che vada a vantaggio di tutti gli studenti, insegnanti e istituti.

L'idea di creare uno spazio europeo dell'istruzione è stata per la prima volta avallata dai leader europei in occasione del vertice sociale tenutosi nel 2017 a Göteborg, in Svezia. I primi pacchetti di misure sono stati adottati nel 2018 e nel 2019.

Negli "orientamenti politici per la prossima Commissione europea 2019-2024", la presidente della Commissione von der Leyen si è impegnata a realizzare lo spazio europeo dell'istruzione entro il 2025.

Un approccio rafforzato alla realizzazione dello spazio europeo dell'istruzione

Il 30 settembre 2020 è stata pubblicata una nuova comunicazione della Commissione sulla realizzazione di uno spazio europeo per l'istruzione entro il 2025

La comunicazione presenta un approccio ambizioso per far sì che lo spazio europeo dell'istruzione possa diventare realtà entro il 2025. Illustra in dettaglio i mezzi e le tappe per conseguire gli obiettivi dello spazio europeo dell'istruzione insieme agli Stati membri dell'UE e agli operatori del settore.

L'ambizione della Commissione di creare uno spazio europeo dell'istruzione prevede sei dimensioni:

  • migliorare le competenze di base, comprese quelle digitali e quelle trasversali, come lo spirito imprenditoriale, la creatività e l'impegno civico
  • agevolare la mobilità degli studenti e degli educatori e la collaborazione internazionale tra gli istituti scolastici e universitari
  • promuovere l'apprendimento delle lingue, il multilinguismo e favorire la scoperta e la gestione della diversità culturale
  • arricchire l'istruzione con una prospettiva europea che incoraggi il pensiero critico e la comprensione dell'importanza dell'Europa nella vita quotidiana dei cittadini
  • garantire che gli istituti di istruzione e formazione siano sicuri, inclusivi e contrari alla disinformazione
  • svincolare il livello di istruzione e i risultati conseguiti dal contesto sociale, economico e culturale per promuovere la mobilità sociale
  • promuovere un'istruzione inclusiva e la parità di genere in tutti i livelli e in tutti i settori dell'istruzione e della formazione
  • migliorare la sensibilità di genere, ad esempio contrastando i comportamenti sessisti e le molestie sessuali nell'istruzione e nella formazione
  • garantire che l'istruzione e formazione professionale (IFP) sia adeguata alle transizioni verde e digitale e che vengano adottate strategie di apprendimento permanente rispondenti alle esigenze future
  • rafforzare la collaborazione transfrontaliera nell'animazione socioeducativa, nello sport e nella cultura con la promozione dell'apprendimento non formale
  • perseguire l'equilibrio di genere nelle posizioni dirigenziali, anche negli istituti di istruzione superiore, e sbloccare le professioni in cui gli uomini e/o le donne non sono equamente rappresentati
  • contrastare gli stereotipi di genere nelle scelte di studio e nell'ambito delle pratiche e dei materiali didattici
  • mobilitare competenze e risorse per modificare i comportamenti rispetto alla sostenibilità ambientale istituendo una coalizione "Istruzione per il clima"
  • investire in infrastrutture verdi per l'istruzione e la formazione 
  • integrare la sostenibilità ambientale nelle scienze naturali e umane e incoraggiare lo scambio tra le competenze, i metodi, i processi e le culture ad esse associati
  • garantire che i cittadini possiedano le competenze necessarie per prosperare nell'economia verde del futuro, come le competenze digitali e lo spirito imprenditoriale
  • aiutare gli Stati membri ad affrontare la carenza di docenti e a promuovere la diversificazione e l'attrattiva delle carriere
  • garantire che insegnanti e formatori abbiano opportunità di sviluppo professionale permanente 
  • migliorare la qualità e la quantità dei periodi di mobilità dei docenti nella formazione iniziale e oltre
  • rendere la mobilità internazionale parte integrante della formazione dei docenti
  • sostenere una collaborazione più stretta e profonda tra gli istituti di istruzione superiore, in particolare le alleanze internazionali nel campo dell'istruzione superiore
  • impegnarsi nella piena attuazione delle iniziative delle università europee e della carta europea dello studente
  • creare, insieme agli Stati membri e alle parti interessate, un programma di trasformazione per gli istituti di istruzione superiore
  • sviluppare un approccio europeo alle microcredenziali per contribuire ad ampliare le opportunità di apprendimento e a rafforzare il ruolo degli istituti di istruzione superiore e di istruzione e formazione professionale nell'apprendimento permanente
  • promuovere l'interesse di programmi di istruzione specializzati su competenze digitali avanzate connesse alle tecnologie di punta, quali l'intelligenza artificiale e il calcolo ad alte prestazioni
  • intensificare gli sforzi dell'UE per affrontare le sfide globali e promuovere gli interessi e i valori europei a livello internazionale, compreso il conseguimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite per il 2020
  • favorire l'internazionalizzazione dell'istruzione europea di livello primario, secondario e terziario (superiore) e nei settori dell'istruzione professionale e dell'animazione socioeducativa
  • promuovere la collaborazione tra gli istituti di istruzione a livello internazionale per contribuire ad attrarre i migliori talenti in Europa e promuovere l'apprendimento tra pari e progetti internazionali comuni di ricerca e innovazione
  • incoraggiare la riforma dei sistemi di istruzione, formazione e ricerca dei Balcani occidentali e dei paesi del vicinato europeo

Il 18 febbraio 2021 il Consiglio ha approvato la risoluzione su un quadro strategico per la cooperazione europea nel settore dell'istruzione e della formazione verso uno spazio europeo dell'istruzione e oltre (2021-2030). 

Cosa fa la Commissione per creare uno spazio europeo dell'istruzione? 

La comunicazione sulla realizzazione di uno spazio europeo per l'istruzione entro il 2025 definisce una serie di strumenti e tappe che tengono conto di sei dimensioni. 

Per maggiori informazioni sulle singole politiche e iniziative che sosterranno l'attuazione e l'ulteriore sviluppo dello spazio europeo dell'istruzione, consultare le pagine delle sezioni di questo sito dedicate allo spazio europeo dell'istruzione e alle politiche.

Lo spazio europeo dell'istruzione opererà in sinergia con l'agenda europea per le competenze, la nuova politica in materia di istruzione e formazione professionale e lo spazio europeo della ricerca per mettere a frutto la conoscenza, rendendola il fondamento della ripresa e della prosperità in Europa.

Per consentire allo spazio europeo dell'istruzione di diventare realtà entro il 2025 e tenere traccia dei progressi compiuti, la Commissione propone di istituire un quadro che favorisca la cooperazione e l'impegno con gli Stati membri e le altre parti interessate.

La Commissione lavorerà a stretto contatto con gli Stati membri per definire un quadro di governance completo per lo spazio europeo dell'istruzione.

Inoltre istituirà una piattaforma permanente che illustri pubblicamente le azioni intraprese e i servizi offerti e garantisca la trasparenza e l'accesso alle informazioni sullo spazio europeo dell'istruzione e ai risultati della collaborazione politica.