Investire nella qualità dell'istruzione e della formazione

La Commissione europea contribuisce a intensificare l'azione in materia di investimenti nell'istruzione e nella formazione promuovendo investimenti di qualità e infrastrutture ecocompatibili.
#EuropeanEducationArea

Affinché lo spazio europeo dell'istruzione possa diventare una realtà entro il 2025 occorre un livello adeguato di investimenti nell'istruzione e nella formazione, garantendone nel contempo la qualità, l'efficacia e l'efficienza. 

Come annunciato nella comunicazione sulla realizzazione dello spazio europeo dell'istruzione entro il 2025, un gruppo di esperti sugli investimenti di qualità nell'istruzione e nella formazione sosterrà questo processo contribuendo a mantenere l'attenzione sugli investimenti nazionali e regionali.

La Commissione fornirà un sostegno specifico agli enti locali, regionali e nazionali per facilitare l'apprendimento reciproco, l'analisi e la condivisione delle buone pratiche in materia di investimenti nelle infrastrutture dell'istruzione.

Gli investimenti nell'istruzione e nella formazione contribuiranno alla transizione verde e digitale e a una ripresa duratura dall'emergenza COVID-19. I cospicui finanziamenti disponibili mediante il dispositivo per la ripresa e la resilienza forniranno un importante sostegno alle riforme e agli investimenti nel settore dell'istruzione e della formazione, dalle infrastrutture e dall'edilizia alla formazione, ai dispositivi digitali o ai finanziamenti per le risorse didattiche a distanza.

La Commissione promuoverà la realizzazione di infrastrutture educative più rispettose dell'ambiente, in linea con le norme energetiche odierne e dotate di più spazi verdi. A sua volta ciò contribuirà a incoraggiare l'interazione e l'apprendimento, rispondendo nel contempo alla domanda di nuove competenze e pedagogie. 

Ultimi aggiornamenti

Il 19 febbraio 2021 la Commissione ha pubblicato una relazione dal titolo "Rafforzare la resilienza sociale ed economica in Europa investendo nell'istruzione". Il documento economico si concentra sui vantaggi degli investimenti effettuati nel campo dell'istruzione e della formazione.

La Commissione ha inoltre lanciato un invito a manifestare interesse per la costituzione di un gruppo di esperti sugli investimenti di qualità nell'istruzione e nella formazione. 

Il gruppo di esperti effettuerà un'analisi approfondita dei dati disponibili intesa a individuare le opzioni strategiche per promuovere i risultati e l'inclusività dell'istruzione, migliorando nel contempo l'efficienza della spesa.

Nei prossimi sette anni l'Unione europea (UE) destinerà più fondi che mai in passato all'istruzione e alla formazione. 

Il gruppo di esperti aiuterà le amministrazioni nazionali a fare il miglior uso possibile dei fondi disponibili e sosterrà l'elaborazione di politiche basate su elementi concreti, stilando un documento di orientamento per gli Stati membri con prove tangibili dell'impatto, dei costi e dei problemi legati all'attuazione delle principali misure da adottare.

Il gruppo di esperti concentrerà la sua analisi sugli ambiti che rappresentano la maggior parte della spesa per l'istruzione e che possono avere un impatto significativo sui risultati, in particolare:

  • gli insegnanti e i formatori
  • la gestione delle infrastrutture didattiche e delle relative risorse fisiche e umane 
  • l'istruzione digitale (sviluppo delle infrastrutture e delle competenze).

Ciascun ambito dovrebbe interessare tutti i livelli dell'istruzione e della formazione, dall'educazione e cura della prima infanzia all'educazione degli adulti, e sarà accompagnato da un'analisi costi-benefici e da un esame delle implicazioni di bilancio per ciascuna opzione strategica.

La prima riunione del gruppo di esperti si terrà nella primavera del 2021. Il termine ultimo di presentazione delle candidature è il 20 marzo 2021