Raccomandazione del Consiglio sui sistemi di educazione e cura della prima infanzia di alta qualità

La prima infanzia è fondamentale, giacché esercita un'influenza decisiva sulla vita futura dei bambini e sulle loro prospettive in materia di istruzione, occupazione e integrazione. L’educazione e la cura della prima infanzia pongono le basi per un successivo apprendimento e sono un investimento efficace nell’istruzione e nella formazione.

La prima infanzia è fondamentale, giacché esercita un'influenza decisiva sulla vita futura delle persone e sulle loro prospettive in materia di istruzione, occupazione e integrazione. L’educazione e la cura della prima infanzia pongono le basi per un successivo apprendimento e sono un investimento efficace nell’istruzione e nella formazione. 

Dei servizi di alta qualità sono fondamentali per migliorare il rendimento scolastico e offrire una possibilità iniziale equa a tutti gli alunni, specialmente a coloro che provengono da contesti svantaggiati. Per questo il pilastro europeo dei diritti sociali stabilisce che i bambini hanno diritto a un’educazione e cura della prima infanzia a costi sostenibili e di buona qualità.

La Commissione ha presentato una proposta di raccomandazione del Consiglio relativa a sistemi di educazione e cura della prima infanzia di alta qualità, mirante a:

  • sviluppare un'intesa comune in tutta l'UE su cosa costituisca una prestazione di servizi di buona qualità per quanto riguarda l'educazione e la cura della prima infanzia. A sua volta, questo sosterrà le riforme nazionali e promuoverà l’inclusione sociale facilitando lo scambio di esperienze e migliori pratiche
  • sostenere gli Stati membri dell’UE nei loro sforzi per migliorare l’accesso e la qualità dei sistemi di educazione e cura della prima infanzia. Ciò significa anche stanziare finanziamenti dell’UE per migliorare la disponibilità e la qualità dei servizi e rivedere i parametri di riferimento e gli obiettivi.

Dopo i negoziati tra la Commissione e gli Stati membri dell'UE, la raccomandazione del Consiglio è stata adottata dai ministri dell'Istruzione nella sessione del Consiglio tenutasi a Bruxelles il 22 maggio 2019.