Obiettivi di sviluppo del millennio

Nel 2010 i leader mondiali, riuniti nella sede delle Nazioni Unite, hanno riconosciuto "l'importanza della cultura per lo sviluppo e il contributo che la cultura può dare al conseguimento degli obiettivi di sviluppo del millennio".

Come fattore dello sviluppo umano, la cultura può contribuire:

  • alla crescita economica e alla creazione di posti di lavoro
  • alla promozione del dialogo interculturale
  • al rispetto dei diritti umani e dei valori democratici
  • allo sviluppo di una società civile attiva
  • alla prevenzione dei conflitti
  • all'integrazione sociale.

Riconoscendo quanto sopra e in linea con il consenso europeo sullo sviluppo , l'UE ha incluso in molte iniziative di cooperazione allo sviluppo diverse attività in campo culturale. Dal 2007 al 2013 il finanziamento di tali attività è stato fornito da vari strumenti di portata sia geografica che tematica.

Strumenti geografici

Gli strumenti geografici sostengono attività in parti specifiche del mondo, finanziando progetti in paesi e regioni che considerano prioritaria e hanno richiesto tale assistenza nell'ambito delle loro strategie di cooperazione.

Tra gli strumenti figurano il Fondo europeo di sviluppo, il quale ha erogato 30 milioni di euro a favore dei tre programmi (ACP Cultures, ACP Films e ACP Cultures+) che sostengono il settore culturale nei paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico.

Strumenti tematici

Gli strumenti tematici sostengono attività dedicate ad aspetti specifici che completano le azioni intraprese mediante gli strumenti geografici.

Nel campo della cultura, l'iniziativa Investire nelle persone ha messo a disposizione 50 milioni di euro per promuovere l'accesso alla cultura locale e tutelare e promuovere la diversità culturale in America latina, Asia e Africa.

Partecipa al dibattito

Chi lo desidera può contribuire al dibattito su cultura e sviluppo sul sito dell'UE Capacity4dev, una comunità online di operatori ed esperti nel campo dello sviluppo.