Perché? 

L’Anno vuole incoraggiare i giovani a comprendere e apprezzare di più il loro patrimonio culturale e, grazie a questo apprezzamento, a partecipare e a dare un contributo significativo alla società. Sostenere la creatività e il talento è fondamentale per la realizzazione di questo obiettivo. Per esempio, i giovani possono impegnarsi in progetti in cui le loro abilità possano fare la differenza per la protezione, la salvaguardia e la promozione del patrimonio culturale. L’Anno intende inoltre migliorare l’accesso al patrimonio culturale, anche attraverso mezzi digitali.

Per chi? 

I giovani (tra i 15 e i 29 anni), la generazione Erasmus+, le organizzazioni giovanili e le organizzazioni che si occupano del patrimonio culturale.

Di cosa si tratta? 

L’iniziativa comprende 4 componenti:

Componente 1: un progetto europeo comune Commissione-UNESCO: sensibilizzare i giovani europei attraverso un ”Forum giovani esperti del patrimonio”

Il progetto è inteso a sensibilizzare i giovani all’importanza della diversità, della conservazione, del miglioramento e della trasmissione del patrimonio culturale. Verranno selezionati giovani esperti mediante un invito aperto a sviluppare fino a 30 progetti. Si terrà un “forum di giovani esperti del patrimonio” con una serie di attività pratiche che permettono di acquisire competenze sulla conservazione e la tutela del patrimonio culturale.


DATE FONDAMENTALI:


• Seconda metà del 2018
Invito aperto per la selezione di esperti del patrimonio
Realizzazione di progetti diretti da giovani
• Fine 2018
Forum dii giovani esperti del patrimonio dell’UNESCO a Zara

Componente 2: giovani volontari per il patrimonio culturale nell’ambito del Corpo europeo di solidarietà

Questa componente ha 2 obiettivi:

  1. informare i giovani sulle opportunità europee esistenti per il volontariato nel settore del patrimonio culturale, in particolare nel Corpo europeo di solidarietà;
  2. incoraggiare le organizzazioni e i siti del patrimonio culturale ad accogliere un numero maggiore di giovani. Tra le possibili attività di volontariato vi sono quelle di fare da guida sui siti del patrimonio culturale e nei musei, assistere i professionisti impegnati in opere di conservazione, realizzando una formazione digitale o diventando assistenti per i social media presso istituzioni impegnate nella tutela del patrimonio culturale.

Attività di sensibilizzazione si sono svolte nel corso di tutto il 2018, con particolare attenzione all’Evento europeo per i giovani, organizzato dal Parlamento europeo a Strasburgo, nel giugno 2018. Informazioni sui programmi di volontariato esistenti a livello europeo, come il Corpo europeo di solidarietà, vengono condivise con le principali parti interessate. A lungo termine, il Corpo europeo di solidarietà diventerà una piattaforma di orientamento per i giovani volontari del patrimonio culturale europeo.


DATE FONDAMENTALI:


• 7 dicembre 2017
Una giovane volontaria del Corpo europeo di solidarietà parla della sua esperienza nel recupero del patrimonio culturale danneggiato a Norcia nell’ambito del Forum europeo della cultura (durante l’inaugurazione dell’Anno europeo del patrimonio culturale)
• 1-2 giugno 2018
Giovani volontari in primo piano all’Evento europeo per i giovani, a Strasburgo
• 5 dicembre 2018
Attività di comunicazione durante la Giornata internazionale del volontariato

Componente 3: salta a bordo e scopri il patrimonio culturale dell’Europa: DiscoverEU

Nel 2018 l’azione "DiscoverEU" ha offerto per la prima volta ai diciottenni l’opportunità di scoprire il patrimonio culturale dell’Europa grazie a dei biglietti di trasporto gratuiti. Oltre 15 000 giovani europei hanno ricevuto un biglietto per visitare fino a 4 paesi, prevalentemente in treno, per scoprire la diversità del patrimonio europeo e partecipare anche ad alcune manifestazioni legate all’Anno europeo.


DATE FONDAMENTALI:


• giugno 2018 
Presentazione delle domande di partecipazione all’iniziativa DiscoverEU
• luglio - dicembre 2018
15 000 giovani viaggiano attraverso l’Europa
• dicembre 2018
La Commissione europea organizza un ciclo autunnale di presentazione delle domande per distribuire circa 10 000 biglietti in più

Componente 4: dialogare con i giovani tramite i social media

Durante l’Anno europeo del patrimonio culturale si sono svolti sui social media molti concorsi e attività, ad esempio:

  • un concorso fotografico su Instagram per incoraggiare i giovani a ritrarre le tradizioni europee durante le festività
  • una gara di cartoline estive, in cui si invitavano gli utilizzatori a creare cartoline originali accostando diversi siti, monumenti e tradizioni del patrimonio culturale
  • un’attivazione per “riempire Facebook con il patrimonio culturale”
  • Reporter dell’UE per il patrimonio culturale e #EuropeForCulture Instameets in tutti gli Stati membri dell’UE


DATE FONDAMENTALI:


• dicembre 2017 - gennaio 2018
Concorso fotografico dedicato alle festività su Instagram
• agosto-settembre 2018
Gara di cartoline postali
• settembre 2018
“Riempire Facebook con il patrimonio culturale”, avvio di Reporter dell’EU e #EuropeforCulture Instameets

Partner

• Servizi della Commissione che si occupano di cultura, gioventù, sport e comunicazione
• UNESCO
• Forum europeo della gioventù
• Rete studenti Erasmus e altre reti Erasmus+

Find out more

Per saperne di più