First published on
30 gennaio 2019

A sustainable Europe by 2030

Lo sviluppo sostenibile è uno sviluppo che risponda alle necessità delle generazioni attuali senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare le proprie. Si tratta di un concetto profondamente radicato nelle politiche europee. Nell'arco di 40 anni, l'Europa ha messo in atto alcune delle norme ambientali più rigorose e politiche climatiche ambiziose, schierandosi inoltre a difesa dell'accordo di Parigi.

La Commissione sta inaugurando un dibattito lungimirante in materia di sviluppo sostenibile che si inserisce nella più ampia riflessione avviata dal Libro bianco sul futuro dell'Europa del marzo 2017.

L'UE ha tutto il necessario per migliorare la sua competitività, investire nella crescita sostenibile e stimolare interventi da parte dei governi, delle istituzioni e dei cittadini, dando l'esempio al resto del mondo. Utilizzando gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (OSS) come strumento di orientamento, il documento di riflessione individua gli strumenti chiave per favorire la transizione verso la sostenibilità. Delinea tre scenari sul modo migliore di conseguire gli OSS.

  • Strategia globale dell'UE in materia di OSS per orientare tutte le azioni dell'UE e degli Stati membri

Gli obiettivi di sviluppo sostenibile sono approvati al livello politico più alto dell’UE e gettano le basi per le future politiche e attività. Le istituzioni dell'UE e gli Stati membri, comprese le autorità regionali e locali, collaboreranno più strettamente per garantire un migliore coordinamento. Sarà istituito un processo di attuazione per monitorare i progressi compiuti e definire le tappe fondamentali da realizzare entro il 2030.

  • La Commissione continuerà a integrare gli OSS in tutte le politiche dell'UE pertinenti, indipendentemente dall'azione degli Stati membri

Gli OSS continueranno a ispirare il processo decisionale politico della Commissione e a guidare lo sviluppo della strategia di crescita post-EU2020, senza tuttavia escludere altre priorità politiche e senza imporre agli Stati membri misure per conseguire gli OSS collettivamente e a livello dell'UE. Questo approccio dovrebbe lasciare maggiore libertà agli Stati membri, comprese le autorità regionali e locali, per decidere se e in che modo adeguare le loro attività per realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

  • Maggiore attenzione sull’azione esterna, consolidando al contempo gli attuali ambiziosi obiettivi di sostenibilità a livello dell'UE

Da molti punti di vista l'UE è all’avanguardia in materia di OSS. Potrebbe basarsi su questa sua posizione per compiere ulteriori miglioramenti e aiutare altri paesi in tutto il mondo a compiere progressi. L'UE potrebbe decidere di promuovere le sue norme ambientali, sociali e di governance con maggiore incisività attraverso accordi commerciali e negoziati multilaterali. Inoltre potrebbe collaborare ancora più strettamente con le organizzazioni internazionali che perseguono i medesimi obiettivi.

Files

ScaricaPDF - 12.7 MB
ScaricaPDF - 711.3 KB
ScaricaPDF - 9.7 MB
ScaricaPDF - 1.2 MB
ScaricaPDF - 818.8 KB

Informazioni correlate