Azione per il clima

Operatori aerei e rispettivi paesi di riferimento

Politica

Ciascun paese appartenente allo Spazio economico europeo (SEE) - i 28 Stati membri dell’UE più Islanda, Liechtenstein e Norvegia - ha nominato un’autorità competente per gestire l’inserimento del trasporto aereo nel sistema UE per lo scambio delle quote di emissione (sistema ETS dell’UE).

Paese di riferimento

Aerei nell'aeroporto di Amsterdam (c) iStockphoto

Per ridurre i costi amministrativi, ogni operatore fa riferimento a un unico paese.

Gli operatori aerei con sede all’interno del SEE fanno riferimento al paese che ha rilasciato la licenza di esercizio. Quelli ubicati al di fuori del SEE fanno riferimento allo Stato nel quale si stima che le emissioni delle loro attività di trasporto aereo siano state più rilevanti nell’anno in questione.

Gli operatori e i loro paesi di riferimento sono riportati in 2 elenchi:

  • Elenco degli operatori aerei - pubblicato ogni anno a febbraio
  • Elenco di conformità preliminare - pubblicato ogni anno intorno a maggio

Elenco degli operatori aerei

L'elenco più recente (del 2018) comprende gli operatori aerei che hanno svolto un'attività di trasporto aereo riportata nell'allegato I alla direttiva ETS (2003/87/CE). Comprende 30 paesi del SEE poiché nessun operatore è attualmente assegnato al Liechtenstein.

Gli operatori che svolgono un’attività elencata nell’allegato I della direttiva ETS sono inclusi nel sistema ETS dell’UE a prescindere dal fatto che figurino nell'elenco.

Analogamente, gli operatori che cessino di effettuare voli sono esclusi dal sistema una volta che non svolgono più una delle attività di trasporto aereo elencate nell’allegato I e hanno restituito le loro quote pertinenti, e non quando sono rimossi dall’elenco.

L’elenco degli operatori aerei si basa sulle informazioni fornite dagli operatori attraverso le dichiarazioni di flotta.

Dichiarazioni di flotta e aggiornamento dell'elenco di conformità preliminare

I seguenti operatori aerei devono presentare alla Commissione le loro dichiarazioni di flotta:

  • operatori che hanno effettuato voli dal 2010, ma non figuravano nell’elenco degli operatori aerei adottato il 3 febbraio 2012, ovvero nell'elenco di conformità preliminare pubblicato nel maggio 2012
  • operatori che hanno iniziato ad effettuare voli verso l’UE e il SEE nel 2012, ma utilizzavano società di servizi per presentare i loro piani di volo e pagare le tariffe di rotta, e non dispongono di un ufficio centrale dei canoni di rotta (CRCO).

L'aggiornamento più recente del modulo per le dichiarazioni di flotta è del 26 ottobre 2016.

Gli operatori aerei possono inviare in via preliminare le dichiarazioni di flotta a Eurocontrol (ets.info@eurocontrol.int) per una verifica iniziale prima di inviarle alla Commissione. Eurocontrol verifica che contengano tutte le informazioni necessarie. Il modulo completo va inviato alla Commissione all'indirizzo ENV-EU-ETS-AIRCRAFT-OPERATOR-LIST@ec.europa.eu.

Elenco di conformità preliminare

Questo elenco comprende gli operatori aerei che non figurano ancora nell’elenco degli operatori, e i paesi cui è più probabile che facciano riferimento nel prossimo futuro.

Il più recente elenco di conformità preliminare è stato pubblicato nel maggio 2017.

Gli operatori che figurano in tale elenco saranno inseriti nell’elenco degli operatori con il prossimo aggiornamento.

Per ulteriori documenti, cfr. la scheda relativa alla documentazione.

Documentazione

Le informazioni ricercate sono disponibili nelle seguenti lingue:

Domande frequenti

Le informazioni ricercate sono disponibili nelle seguenti lingue: