Azione per il clima

Sostegno dei cittadini all'azione per il clima

Politica

Secondo un recente sondaggio Eurobarometro della Commissione europea, i cittadini europei sono molto preoccupati per i cambiamenti climatici e sostengono le iniziative promosse in tutta l'UE per affrontarli.

Sondaggio del 2019

Principali risultati del sondaggio

  • Il 93% dei cittadini dell'UE considera i cambiamenti climatici un problema grave e il 79% lo ritiene un problema molto grave.
  • Il 92% degli intervistati ritiene che sia importante che il proprio governo nazionale fissi obiettivi ambiziosi per aumentare la quantità di energie rinnovabili utilizzate e l’89% ritiene che i governi debbano sostenere il miglioramento dell'efficienza energetica entro il 2030.
  • L’84% degli intervistati ritiene che occorrano più finanziamenti pubblici a favore della transizione verso energie pulite, anche se ciò significa ridurre le sovvenzioni ai combustibili fossili.
  • Il 92% degli intervistati - più di otto su dieci in ciascuno Stato membro - conviene che le emissioni di gas a effetto serra dovrebbero essere ridotte al minimo, compensando nel contempo le rimanenti emissioni, al fine di rendere l'economia dell'UE neutra dal punto di vista climatico entro il 2050.

Rilanciare l'economia e l'occupazione

Più di otto intervistati su dieci concordano sul fatto che promuovere la competenza dell'UE nel campo delle tecnologie pulite presso i paesi al di fuori dell'UE possa andare a vantaggio dell'UE dal punto di vista economico (81%), mentre il 79% ritiene che intervenire sui cambiamenti climatici renderà le imprese dell'UE più innovative e competitive.

Un'ampia maggioranza concorda sul fatto che la riduzione delle importazioni di combustibili fossili dall'esterno dell'UE possa aumentare la sicurezza energetica e apportare benefici all'UE dal punto di vista economico (72%).

L'azione della collettività

Il 93% dei partecipanti all’indagine ha intrapreso almeno un'azione specifica per contrastare i cambiamenti climatici, in particolare riducendo e riciclando i rifiuti (75%) e limitando l'utilizzo degli articoli "usa e getta" per quanto possibile (62%).

Adattamento ai cambiamenti climatici

Sette intervistati su dieci (70%) convengono che l'adattamento agli effetti negativi dei cambiamenti climatici può avere effetti positivi per i cittadini dell'UE.

Relazione completa e informazioni individuali sugli Stati membri

Leggi la versione integrale della relazione

Scopri quali sono gli atteggiamenti nei confronti dei cambiamenti climatici nei vari paesi dell'UE:

bandiera austriaca Austria bandiera tedesca Germania bandiera polacca Polonia
bandiera belga Belgio bandiera greca Grecia bandiera portoghese Portogallo
bandiera bulgara Bulgaria bandiera ungherese Ungheria bandiera rumena Romania
bandiera croata Croazia bandiera irlandese Irlanda bandiera slovacca Slovacchia
bandiera cipriota Cipro bandiera italiana Italia bandiera slovena Slovenia
bandiera ceca Repubblica ceca bandiera lettone Lettonia bandiera spagnola Spagna
bandiera danese Danimarca bandiera lituana Lituania bandiera svedese Svezia
bandiera estone Estonia bandiera lussemburghese Lussemburgo bandiera britannica Regno Unito
bandiera finlandese Finlandia bandiera maltese Malta
bandiera francese Francia bandiera olandese Paesi Bassi
Documentazione

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: luglio 2017

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: novembre 2015

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: marzo 2014

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: ottobre 2011

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: dicembre 2009

Speciale Eurobarometro sui cambiamenti climatici: settembre 2008