Ufficio europeo per la lotta antifrode

Denunciare una frode

Denunciare una frode

Su questa pagina trovate tutte le informazioni pertinenti e i moduli per denunciare una frode all’OLAF.

Cos'è una frode?

La frode è un atto di inganno deliberato finalizzato a ottenere un vantaggio personale o causare un danno a terzi. (Per saperne di più: articolo 1 della convenzione relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee del 1995)

Un'irregolarità è un atto che non rispetta le regole dell'UE e che può avere conseguenze negative sugli interessi finanziari dell'UE, ma può essere il risultato di errori commessi in buona fede dai beneficiari che richiedono finanziamenti e dalle autorità che li erogano. Se invece un'irregolarità è commessa volontariamente, costituisce una frode. (Per saperne di più: articolo 1 del regolamento (CE, Euratom) n. 2988/95 del Consiglio)

L'OLAF può indagare su sospetti casi di:

  • frode o altre gravi irregolarità che possano avere conseguenze negative sui fondi pubblici dell'UE, che si tratti di entrate, spese o attivi detenuti dalle istituzioni dell'UE
  • gravi inadempimenti degli obblighi professionali da parte dei membri o del personale delle istituzioni e degli organi dell'UE.

L'OLAF non può indagare su sospetti casi di:

  • frode senza conseguenze finanziarie sui fondi pubblici dell'UE. Denunciate tali casi alla polizia nazionale.
  • corruzione in cui non sono coinvolti membri o personale delle istituzioni e degli organi dell'UE. Denunciate tali casi alla polizia nazionale.
  • uso fraudolento del logo dell'UE o del nome delle istituzioni dell'UE.

Come presentare una denuncia all’OLAF

Potete contattarci mantenendo l'anonimato. Non occorre seguire formalità particolari. È sufficiente che le informazioni siano quanto più possibile precise e circostanziate, allegando eventuali documenti. Potete comunicare con l'OLAF in tutte le 24 lingue ufficiali dell'UE

È possibile presentare una denuncia:

con il sistema online di notifica delle frodi (in forma anonima, con trasmissione sicura dei documenti) 
 
Vai al sistema di notifica delle frodi
(disponibile in inglese, francese, tedesco e olandese)

Per saperne di più sul sistema di notifica delle frodi

con il modulo web online (non è anonimo - occorre indicare nome e indirizzo e-mail - e non permette di allegare documenti)
 
Vai al modulo web
(disponibile in tutte le lingue ufficiali dell'UE)

per posta

Commissione europea
Ufficio europeo per la lotta antifrode (OLAF)
1049 Bruxelles
Belgio

L'OLAF tratta i dati personali in conformità del regolamento (UE) 2018/1725. Le informazioni pertinenti sulla protezione dei dati personali vi saranno inviate quando avrete compilato il modulo via Internet o ci avrete inviato le informazioni relative alla questione sollevata.
Informazioni generali sulla protezione dei dati nell'ambito dell'OLAF sono disponibili nella sezione dedicata alla protezione dei dati di questo sito.

Ho inviato una denuncia all’OLAF - qual è il prossimo passo?

Dopo aver presentato una denuncia all’OLAF riceverete un avviso di ricevimento del messaggio, se avete indicato un recapito di riferimento.

L’OLAF analizzerà la denuncia presentata per verificare diversi elementi, ad esempio:

Se avete indicato nel sistema di notifica delle frodi che siete disposti a creare una casella di posta elettronica dedicata o se avete presentato la denuncia tramite l’apposito modulo online, l’OLAF potrà contattarvi per ottenere chiarimenti e/o richiedere ulteriori informazioni.

Dopo la conclusione di tale valutazione iniziale, anche detta "procedura di selezione", il direttore generale dell’OLAF deciderà se aprire o no un’indagine. Laddove si accertasse che la questione sollevata non soddisfi i criteri per l'apertura di un’indagine, la denuncia non avrà un seguito operativo. In tal caso OLAF può informarvi in merito, ma ciò non avviene in modo sistematico.

Cosa posso aspettarmi se l’OLAF apre un'indagine relativa alla mia denuncia?

Se OLAF decide di avviare un’indagine o un caso di coordinamento, l’investigatore incaricato della causa può contattarvi per ulteriori informazioni. Si prega tuttavia di notare che, a meno che non si venga contattati direttamente dall'investigatore, durante l'indagine OLAF non effettuerà alcuna comunicazione. Non è previsto un termine specifico entro il quale l'investigatore debba manifestarsi, quindi si può essere contattati immediatamente o dopo diversi mesi. Al fine di tutelare la riservatezza delle attività investigative, OLAF non fornirà in nessun caso informazioni sullo stato di avanzamento dell’indagine.

Alla conclusione delle indagini, se avete fornito i vostri recapiti, l’OLAF potrà  informarvi dei provvedimenti adottati.

Denunce presentate da parte dei membri del personale dell’UE

I membri del personale dell'UE hanno l'obbligo di denunciare i sospetti casi di frode, di corruzione e di altre attività illecite, nonché qualsiasi condotta professionale che possa costituire una grave mancanza agli obblighi del personale dell'UE.

Potete comunicare i vostri sospetti a un superiore gerarchico nella vostra istituzione o all’OLAF. Per informare direttamente l'OLAF, mandateci un'e-mail.

Per maggiori informazioni sui diritti e gli obblighi dei denuncianti interni alle istituzioni dell'UE, si veda articolo 22 bis e 22 ter dello statuto dei funzionari.