Di cosa si tratta?

La relazione dell'UE sulla gioventù 2015 è stata pubblicata lo scorso 15 settembre. Illustra in dettaglio la situazione dei giovani in Europa e le iniziative intraprese a livello europeo nel periodo 2013-2015.

La relazione del 2012 riassume i risultati del primo ciclo operativo della strategia dell'UE per la gioventù (2010-12) e propone le priorità per il successivo triennio. Presenta statistiche su come la crisi finanziaria ha inciso sulla situazione dei giovani in Europa.

Quali sono gli obiettivi?

La relazione dell'UE sulla gioventù:

  • valuta i progressi compiuti rispetto agli obiettivi della strategia dell'UE per la gioventù e alle priorità definite per l'ultimo ciclo operativo
  • individua le buone pratiche
  • serve da punto di partenza per la definizione delle priorità per il successivo ciclo operativo.
Chi vi partecipa?

La relazione dell'UE sulla gioventù viene elaborata dalla Commissione europea e adottata dal Consiglio dell'UE, previa discussione con le autorità nazionali competenti.

Come è strutturata?

La relazione dell'UE sulla gioventù è composta da:

  • una comunicazione della Commissione (preparata in collaborazione con il Consiglio) che presenta i principali risultati dell'ultimo triennio della strategia dell'UE per la gioventù e propone le priorità per il ciclo successivo
  • un documento di lavoro che illustra la situazione dei giovani in Europa
  • un documento di lavoro che riassume le azioni intraprese a livello nazionale ed europeo per attuare la strategia dell'UE per la gioventù.

La relazione si basa sulle risposte date dai paesi europei ad un questionario predisposto dalla Commissione e riguardante gli 8 settori d'intervento della strategia. A livello nazionale vengono consultati anche i giovani e diversi ministeri. Inoltre, una serie di relazioni nazionali forniscono informazioni su come la strategia dell'UE per la gioventù è stata attuata nei vari paesi durante il ciclo in corso.

Oltre agli Stati membri dell'UE, sono invitati a partecipare su base volontaria tutti i paesi candidati e quelli EFTA.  

Find out more

Per saperne di più