Proprietà intellettuale

Data di convalida: 12/2010

L'Italia ha adottato la legislazione europea in materia di marchi di impresa nel 1992 mediante il Decreto legislativo 480/92, poi sostituito dal D.LGS 30/2005 "Codice della prorpietà industriale".

Il Codice della proprietà industriale include e armonizza la normativa italiana, comunitaria e internazionale in materia di marchi d'impresa. Il codice regola, oltre ai brevetti e ai marchi, anche le nuove varietà vegetali e le topografie dei prodotti a semiconduttori.

Diritti di proprietà intellettuale

Diritti di proprietà industriale

Per marchio si intende un nome, un simbolo, un motto, un disegno o un qualsiasi altro emblema associato a un bene o a un servizio, volto all'identificazione dell'impresa specifica che lo ha fornito.

Si distingue il marchio di fatto dal marchio registrato, che gode di una protezione rafforzata. La registrazione dura dieci anni a partire dalla data di deposito della domanda, salvo il caso di rinuncia del titolare, e alla scadenza puo essere rinnovata ogni volta per ulteriori dieci anni.

Il brevetto è invece un diritto esclusivo concesso dal governo, che autorizza il titolare all'impiego di un'invenzione per un determinato intervallo di tempo, consentendogli di godere dei vantaggi commerciali che ne possono derivare.

Distinguiamo innanzitutto il brevetto d'invenzione, che riguarda un nuovo dispositivo, (durata: 20 anni) dal brevetto per modello di utilità, che é un miglioramento di qualche cosa che già esiste (durata 10 anni).

La protezione sulle invenzioni industriali é di 20 anni a partire dalla data in cui é stato riempito il modulo di richiesta. La protezione garantita dal brevetto puo' essere richiesta solo per il territorio nazionale (brevetto nazionale) o per tutti i paesi dell'UE (marchio di impresa comunitario) o ancora per la maggioranza degli stati del mondo (brevetto internazionale).

I modelli industriali si distinguono in:

  • Modelli di utilità: applicabili a macchine, strumenti, equipaggiamenti o altri oggetti già esistenti;
  • Disegni e modelli: ornamenti speciali per prodotti industriali.

La durata di questo tipo di brevetto é 10 anni dalla data di deposito del modulo di richiesta. Per il modello di tipo "disegni e modelli" la durata é 5 anni progabile per ulteriori cinque anni fino a un massimo di 25.

I marchi di impresa comunitari sono validi in tutto il territorio dell'Unione Europea (comprendente i 27 paesi attualmente aderenti e i paesi che vi aderiranno in futuro). La registrazione é valida per 10 anni ed é rinnovabile.

Le organizzazioni e associazioni che desiderano garantire l'origine, natura o qualità di uno specifico prodotto possono ottenere brevetti per marchi di impresa individuale o di tipo collettivo. Queste organizzazioni possono in seguito, permettere ai produttori o commercianti membri dell'organizzazione o dell'associazione l'uso del brevetto.

Il brevetto sulle nuove varietà vegetali protegge le nuove scoperte nel campo vegetale. La durata della protezione è di 20 anni, elevata a 30 anni per le specie viticole, arboree, per la patata e nel caso di piante a fusto legnoso.

Diritti d'autore

Il diritto d'autore é la facoltà originaria esclusiva di diffusione e sfruttamento di un'opera dell'ingegno.

Il diritto d'autore italiano è disciplinato prevalentemente dalla legge sul diritto d'autore (Legge 22 aprile 1941, n. 633) e successive modificazioni, e dal Titolo IX del Libro V del Codice Civile. La tutela dell'opera è automatica e alcun tipo di formalità (deposito o registrazione) é richiesta all'autore.

Strategie commerciali

Il segreto commerciale puo' essere definito come un documento o un'informazione che deve rimanere nella sfera di conoscenza dell'autore o delle persone da lui autorizzate.

I segreti commerciali non necessitano di essere registrati o documentati per iscritto. Tali segreti possono includere le liste dei clienti, i metodi del lavoro o i processi di produzione, le informazioni di distribuzione e di produzione e le informazioni sulle attività di ricerca e sviluppo condotte dall'azienda.

Organismi per la tutela della proprietà intellettuale

In Italia, i brevetti e i marchi sono competenza dall'Ufficio italiano brevetti e marchi, istituito presso la Camera di commercio di ogni provincia.

Tutela dei diritti di proprietà intellettuale all'estero

L'Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (World Intellectual Property Organization - WIPO) é un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite che promuove e protegge la proprietà intellettuale nel mondo.

Marchi di impresa

I titolari di un marchio nazionale possono estenderne la tutela nei paesi europei ed extraeuropei che aderiscono a due accordi internazionali (l'Accordo di Madrid e il Protocollo di Madrid) depositando una domanda di marchio internazionale nella sede del WIPO di Ginevra.

Diritti d'autore

A livello internazionale, il diritto d'autore é tutelato attraverso la Convenzione di Berna, a cui aderiscono un centinaio di Stati. Le opere appartenenti ad uno degli Stati aderenti alla Convenzione gode negli altri Stati dei diritti che le leggi accordano ai propri cittadini.

Lotta alla contraffazione e alla pirateria

La legge finanziaria del 2004 ha introdotto i Desk per la tutela della proprietà intellettuale (IPR Desk). Gli IPR Desks sono uffici affidati a funzionari pubblici (presenti presso gli uffici dell'ICE in 10 paesi) con esperienza in materia di proprietà industriale, che hanno il compito di monitorare il mercato e fornire informazioni sul sistema di proprietà industriale e sul suo funzionamento nel paese di competenza.

I diritti di proprietà intellettuale stimolano gli investimenti nell'innovazione e nella ricerca.

Procedure amministrative

Registrazione

Per registrare un marchio è necessario presentare l'apposita domanda alla Camera di Commercio locale o inviarla all'Ufficio italiano brevetti e marchi, con sede a Roma, a mezzo di lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, oppure , se muniti di firma digitale, inviando la domanda on line, tramite il servizio "Telemaco".

Gli inventori possono estendere i diritti di proprietà intellettuale di un marchio all'intera Unione europea, attraverso l'Ufficio per l'armonizzazione nel mercato interno dell'UE (UAMI).

Per ottenere l'estensione di un marchio italiano nei paesi non europei è necessario presentare una richiesta di registrazione internazionale all'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI), con sede a Ginevra, che provvederà a inoltrare le relative domande ai paesi non europei.

Programmi

In Italia le aziende che intendano investire in ricerca, sviluppo e innovazione possono beneficiare periodicamente dei finanziamenti forniti dagli Accordi di programma quadro (APQ), accordi strategici stipulati tra il governo e le regioni.

Serve ancora aiuto?

La Camera di Commercio locale assiste le imprese nelle procedure amministrative necessarie per la registrazione di marchi o brevetti. L'elenco completo degli uffici locali è disponibile sul sito web della Camera di Commercio.

Enterprise Europe Network fornisce informazioni e servizi di consulenza alle imprese attraverso i propri partner locali.

  • Enterprise Europe Network - sportelli locali English

SOLVIT aiuta gli imprenditori, con consigli rapidi e pratici, a risolvere i problemi che incontrano nella loro attività all'estero a causa della non corretta applicazione delle regole del mercato interno da parte delle pubbliche amministrazioni.

Ultimo aggiornamento: 03/05/2013 | Inizio pagina