Percorso di navigazione

Altri strumenti

  • Versione stampabile 
  • Riduci carattere 
  • Ingrandisci carattere 

Ciclisti

Andare in bicicletta è più sano rispetto a guidare un’automobile, inoltre contribuisce a ridurre il rumore, l’inquinamento e gli ingorghi stradali. Alcune semplici misure di sicurezza come indossare il casco e percorrere le piste ciclabili permettono di ridurre il rischio di lesioni in caso di incidente.

Regole generali

CyclistI requisiti di sicurezza delle biciclette sono definiti da un accordo internazionale: la convezione di Vienna del 1968. In alcuni paesi esistono ulteriori norme che regolamentano la visibilità dei ciclisti, i seggiolini da bicicletta per bambini, l’età minima per l’utilizzo della bicicletta sulle strade pubbliche e l’uso del casco.

Progettazione dei veicoli

Una migliore progettazione degli autoveicoli e dei mezzi pesanti può ridurre il rischio di provocare lesioni ai ciclisti o pedoni investiti. Secondo l’Unione europea, le parti anteriori delle automobili resistenti agli urti e gli specchi per l’angolo morto potrebbero salvare la vita a 2 000 pedoni e ciclisti all’anno.

Il progetto APROSYSpdf ha predisposto dei nuovi metodi di prova per la parte anteriore dei veicoli, con lo scopo di valutare il loro impatto sui pedoni e sui ciclisti. Inoltre ha studiato materiali stratificati capaci di fratturarsi senza perdere la propria forma e senza andare in pezzi, che sarebbero adatti soprattutto per la realizzazione di caschi da ciclista. L’obiettivo del progetto WATCH-OVER sono invece le nuove tecnologie di comunicazione e di rilevamento video, che potrebbero aiutare i conducenti ad individuare i ciclisti e i pedoni in situazioni di intenso traffico stradale.

Gestione del traffico

Separare le biciclette dal traffico a motore per mezzo di piste ciclabili ininterrotte contribuisce a ridurre gli urti tra automobili e biciclette. Anche la creazione di zone a velocità limitata, ad esempio a 30 km/h, contribuisce a ridurre il rischio e la gravità degli incidenti.