Navigation path

Additional tools

  • Print version
  • Decrease text
  • Increase text
  • Choose high contrast version
  • Choose standard colour version




Profile of registrant

REGIONE EMILIA-ROMAGNA - P.O. GESTIONE PESCA E ACQUACOLTURA

Identification number in the register: 36482546115-09
Registration date: 29/06/11 12:14:14

The information on this organisation was last modified on 04/06/14 17:04:59
The date of the last annual update was 04/06/14 17:04:59


Registrant : Organisation or self-employed individual

Name/company name: REGIONE EMILIA-ROMAGNA - P.O. GESTIONE PESCA E ACQUACOLTURA
Acronym: ER PESCA ACQUACOLTUR
Legal status: PUBLIC ADMINISTRATION
Website address: http://www.regione.emilia-romagna.it/temi/imprese/pesca

Sections

Section: VI - Organisations representing local, regional and municipal authorities, other public or mixed entities, etc.
and more precisely: Local, regional and municipal authorities (at sub-national level)

Person with legal responsibility

Surname, Name: Mr  PIERGIORGIO VASI
Position: HEAD OF MANAGEMENT FISHERIES AD ACQUACOLTURE POLITICS

Permanent person in charge of EU relations

Surname, Name: Mrs  Lorenza Badiello
Position: resp. Servizio di collegamento con l'Unione europea a Bruxelles

Contact details:

Contact details of organisation's head office: 08 VIALE DELLA FIERA PIANO 14°
BOLOGNA 40127
ITALY
Telephone number: (+39) 3346416705
Fax number: (+39) 0515274688
Other contact information: RESPONSABILE DELLA STRUTTURA
P.O. GESTIONE DELLE POLITICHE DELLA PESCA MARITTIMA E DELL'ACQUACOLTURA
DOTT.PIERGIORGIO VASI

LA STRUTTURA SI OCCUPA:
della pesca professionale, sportiva e ricreativa in acque marittime
dell'acquacoltura sia in acque interne (dolci, vallive, salmastre) che in acque marine
delle politiche di sviluppo, commercializzazione, trasformaziuone e promo-valorizzazione dei prodotti ittici
elabora programmi e progetti, a carattere regionale, nazionale ed europeo per il settore ittico e di accompagnamento agli imprenditori.
promuove la ricerca scientifica.
elabora proposte legislative e normative per la disciplina della pesca, dell'acquacoltura e delle attività comnnesse.
Partecipa all’elaborazione della normativa e degli interventi sia nazionali che comunitari.
Predispone piani di gestione locale per il controllo dello sforzo di pesca e per l'organizzazione delle attività di acquacoltura.
Promuove politiche di qualità e di tracciabilità controllata (marchio PCAA e QC).
Organizza e partecipa a campagne ed eventi per la valorizzazione dei prodotti ittici.
Esercita le funzioni relative all’utilizzo del mare territoriale e del demanio marittimo ai fini della pesca e dell'acquacoltura.
Individua e definice le norme di gestione delle aree di tutela biologica regionale in ambito marino.
Predispone l’istruttoria per il riconoscimento delle OP della pesca (Organizzazioni di Produttori).
Nell’ambito dei progetti transnazionali propone, attraverso la partecipazioe al Distretto di pesca Nord Adriatico, l'attuazione di politiche comuni tra le regioni adriatiche italiane (Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia) e le regioni degli stati della costa orientale (comuni litoranei sloveni, Istria, Quarnero) per una gestione coordinata delle attività di pesca e di acquacoltura, per la tutela delle risorse alieutiche, per l’organizzazione del settore peschiero, per la promozione della ricerca e per la creazione di un modello di governance dell’Adriatico.

Goals / remit

Goals / remit of the organisation: La Regione Emilia-Romagna è competente in materia di pesca professionale nelle acque interne fin dalla sua istituzione. La competenza invece in materia di pesca professionale in acque marittime le deriva dalle modifiche al titolo V della Costituzione. La Regione in particolare:
Programma interventi di sviluppo e valorizzazione nel settore.
Promuove la ricerca scientifica.
Definisce la legislazione e la normativa di riferimento.
Partecipa all’elaborazione della normativa e degli interventi sia nazionali che comunitari.
Predispone piani annuali per interventi strutturali in materia di pesca marittima.
Predispone piani di gestione locale per il controllo dello sforzo di pesca.
Rilascia le licenze di pesca professionale nelle acque interne attraverso le Province delegate.
Promuove politiche di qualità controllata (marchio PCAA).
Valorizza i prodotti ittici.
Esercita le funzioni relative all’utilizzo del mare territoriale e del demanio marittimo ai fini della pesca.
Individua e gestisce le aree di tutela biologica in ambito marino.
Predispone l’istruttoria per il riconoscimento delle OP della pesca (Organizzazioni di Produttori).
Nell’ambito dei progetti transnazionali la Regione si propone, attraverso la creazione di un distretto altoadriatico, di attuare politiche comuni tra le regioni adriatiche italiane (Emilia-Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia) e le regioni degli stati della costa orientale (comuni litoranei sloveni, Istria, Quarnero) per una gestione coordinata delle attività di pesca. Le tematiche sviluppate sono la tutela delle risorse alieutiche, l’organizzazione del settore peschiero, la promozione della ricerca e la creazione di un modello di governance dell’Adriatico.

Per l'Emilia-Romagna riveste particolare importanza la vallicoltura, ovvero l'allevamento di pesci, crostacei e molluschi nelle valli naturali del Delta del Po nonchè la mitilicoltura in impoiuanti off-shore posti al largo delle coste regionali.

La Regione Emilia-Romagna promuove l'acquacoltura allo scopo di ridurre il prelievo di prodotti selvatici, necessariamente limitati, e quale attività economica integrativa dei redditi di agricoltori e pescatori.

La Regione gestisce direttamente il rilascio di concessioni demaniali marittime per finalità di pesca o di acqaucoltura.
The organisation's fields of interests are:
  • sub-national

Number of persons engaged in activities falling under the scope of the Transparency Register

Number of persons: 12
Complementary information:

Persons accredited for access to European Parliament premises

No accredited persons

Activities

Main EU initiatives covered the year before by activities falling under the scope of the Transparency Register:


pesca professionale
pesca sportiva
pesca ricreativa
acquacoltura
organizzazione comune dei mercati per i prodotti della pesca e dell'acquacoltura - organizzazione dei produttori ittici
Fondo europeo per la pesca - FEP
Fondo Europeo per gli affari marittimi e la pesca - FEAMP
Strategia marittima adriatico-ionica

Fields of interest for e-mail alerts on consultations and roadmaps;

Fields declared by the organisation:
  • Agriculture and Rural Development
  • Audiovisual and Media
  • Competition
  • Consumer Affairs
  • Fisheries and Aquaculture
  • Food Safety
  • Sport
  • Trade

Structure

Total number of members that are natural persons: 12
Number of member organisations:
Member organisations (Number of members) :
The organisation has members/is represented in the following country(countries):

Complementary information:

Networking

Information on (i) organisation's membership of any associations/federations/confederations or (ii) relationships to other bodies in formal or informal networks.





Financial data

Financial year: 01/2013 - 12/2013
Total budget: 3,000,000
of which public financing: 3,000,000
- from European sources:
- Procurement: 1,500,000
- Grants: 0
- from national sources: 1,200,000
- from local/regional sources: 300,000
from other sources: 0
- donations: 0
- contributions from members: 0
Estimated costs to the organisation directly related to representing interests to EU institutions in that year: 300000  € - 350000  €
Other (financial) information provided by the organisation:


Code of conduct

By its registration the organisation has signed the Transparency Register Code of Conduct.