Percorso di navigazione

Perché questo concorso?

Per promuovere l'apprendimento delle lingue e la traduzione...

Per essere "uniti nella diversità", come dice il motto dell'UE, noi europei dobbiamo saper capire lingue diverse dalla nostra.

Il concorso di traduzione Juvenes Translatores, la cui prima edizione risale al 2007, vuole dare una mano ai giovani che hanno la passione delle lingue.

Imparando le lingue ci si avvicina agli altri popoli e si capiscono meglio nuove culture. E per voi giovani - gli adulti di domani - conoscere le lingue significa poter approfittare di tante opportunità di studio e lavoro in tutta Europa.

Alcune ricerche evidenziano il crescente bisogno di traduzioni e traduttori in Europa, una tendenza di cui tener conto nella preparazione degli studenti. Juvenes Translatores vuole puntare i riflettori sull'importanza di possedere competenze di questo tipo e sulla necessità di rivalutare nell'apprendimento delle lingue l'uso della traduzione come strumento di "mediazione" tra lingue diverse.

...per stimolare insegnanti e alunni...

Il concorso ha riscosso un enorme successo: il 99% delle scuole che vi hanno già partecipato vorrebbe ripetere l'esperienza.

Alcuni istituti hanno persino organizzato prove di preselezione, sia per scegliere gli alunni migliori da presentare al concorso, sia per permettere a più dei 5 alunni ufficialmente autorizzati di prendere parte a ciò che nelle scuole può diventare una vera e propria celebrazione della traduzione e delle lingue che coinvolge insegnanti e studenti delle diverse classi.

...e per promuovere attività comuni con le scuole di altri paesi

Il concorso Juvenes Translatores si è anche rivelato un trampolino per altre iniziative linguistiche e culturali; infatti alcune scuole partecipanti hanno avviato tra loro scambi didattici.

Le scuole interessate ad iniziative di questo tipo hanno, tra l'altro, la possibilità di aderire al programma di gemellaggi e-twinning.

La nostra pagina Facebook vi aiuterà a seguire l'andamento del concorso e a condividere idee con gli altri partecipanti.