Percorso di navigazione

Regolamento e istruzioni

INTRODUZIONE

La direzione generale della Traduzione della Commissione europea (DG Traduzione) organizza un concorso di traduzione per le scuole dell'Unione europea. Il concorso si articola nelle seguenti fasi principali:

  • preparativi
  • prova di traduzione
  • cerimonia di premiazione.

Il regolamento particolareggiato e le istruzioni relative a ciascuna fase sono riportati qui di seguito (cfr. punti 1-8).

PREPARATIVI

I preparativi (cfr. punti 1-3) comprendono l'annuncio del concorso, le iscrizioni, la selezione delle scuole, l'iscrizione degli alunni da parte delle scuole, nonché i preparativi locali.

La DG Traduzione annuncerà il concorso sull'apposito sito web http://ec.europa.eu/translatores

Tutte le scuole che desiderano partecipare devono iscriversi per via elettronica tramite il sito web tra il 1° settembre e il 20 ottobre 2014 (cfr. punto 1). Sarà possibile iscriversi dalle ore 12 (mezzogiorno) del primo giorno alla stessa ora dell'ultimo giorno.

Per selezionare le scuole che prenderanno parte al concorso tra quelle iscritte si procederà a un'estrazione a sorte (cfr. punto 2).

Le scuole selezionate devono designare da due a cinque alunni per la partecipazione al concorso e registrare i loro nomi e le coppie di lingue da loro prescelte nella banca dati del concorso entro e non oltre il 20 novembre 2014 (cfr. punto 3).

Le scuole saranno responsabili dell'organizzazione locale della manifestazione, comprendente tutti gli aspetti pratici, come la messa a disposizione dei locali e del personale, nonché le misure necessarie per garantire la correttezza e la regolarità delle prove (cfr. punti 1.3, 1.4, 4 e 7)

PROVA DI TRADUZIONE

La prova si svolgerà il 27 novembre 2014. Il giorno della prova la DG Traduzione fornirà alle scuole i testi da tradurre. Presso ciascuna scuola la prova si svolgerà sotto la responsabilità della scuola stessa. Le traduzioni devono essere caricate il giorno stesso in una banca dati gestita dalla DG Traduzione (cfr. punto 4).

La DG Traduzione valuterà le traduzioni e sceglierà una traduzione vincente per ciascuno Stato membro (cfr. punto 5).

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

I vincitori saranno invitati a una cerimonia di premiazione, che si terrà a Bruxelles nella primavera 2015. La DG Traduzione prenderà a suo carico le spese di viaggio e di alloggio di un vincitore, un accompagnatore adulto e un insegnante per ciascuno Stato membro (cfr. punto 6).

Poiché tutte le informazioni importanti sul concorso saranno sistematicamente pubblicate sul sito Juvenes Translatores, gli insegnanti responsabili sono invitati a consultarlo regolarmente per essere certi di non mancare alcuna comunicazione essenziale.

 

PREPARATIVI

1. ANNUNCIO E ISCRIZIONE

La DG Traduzione darà il via al concorso sull'apposito sito web http://ec.europa.eu/translatores il

1° settembre 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles.

Le scuole che desiderano partecipare devono candidarsi compilando il modulo d'iscrizione online (cfr. punto 1.2).

Inviando il modulo d'iscrizione le scuole si assumono determinati impegni (cfr. punto 1.3).

1.1 Quali scuole possono partecipare?

Per potere partecipare, una scuola deve:

  • avere sede in uno Stato membro dell'UE
  • essere riconosciuta dall'amministrazione competente in materia di istruzione di uno o più Stati membri
  • selezionare da due a cinque alunni nati nel 1997
  • disporre di un accesso a Internet
  • possedere un computer dal quale si possano aprire e stampare file PDF (i testi da tradurre e i fogli per la traduzione verranno infatti inviati in tale formato)
  • avere accesso ad uno scanner (per poter essere caricate nella banca dati della DGT, le traduzioni degli alunni devono infatti essere passate allo scanner e salvate come file PDF dall'insegnante).
1.2 Iscrizione

Prima di iscrivere la scuola al concorso, l'insegnante responsabile deve ottenere il consenso del capo d'istituto (dirigente scolastico).

All'atto dell'iscrizione (ogni scuola può compilare un solo modulo) vanno indicati:

  • nome e indirizzo della scuola
  • nominativo di un referente
  • almeno un indirizzo di posta elettronica valido.

Poiché i contatti con le scuole verranno tenuti essenzialmente per posta elettronica, si invita a:

  • verificare regolarmente la posta in arrivo
  • non lasciare intasata la casella di posta elettronica.

Le iscrizioni sono aperte dal 1° settembre 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles, al 20 ottobre 2014 alle ore 12 (mezzogiorno), ora di Bruxelles. I moduli incompleti o inviati in ritardo non verranno ammessi alla procedura di selezione.

Alle scuole iscritte, e successivamente agli alunni partecipanti, verrà assegnato un numero d'iscrizione. Sarà necessario avere sotto mano i numeri d'iscrizione il giorno delle prove.

1.3 Quali impegni si assumono le scuole con l'iscrizione?

Con l'invio del modulo d'iscrizione le scuole si impegnano a rispettare il regolamento e le istruzioni relative al concorso e, se selezionate, ad organizzare la prova di traduzione presso la propria sede.

Ciò implica, tra l'altro:

  • la selezione ed iscrizione degli alunni nati nel 1997
  • la messa a disposizione di locali, attrezzature e personale adeguati per la prova di traduzione
  • la stampa e la distribuzione dei testi da tradurre e dei fogli per la traduzione
  • la dispensa dalle lezioni degli alunni selezionati per la durata delle prove
  • le disposizioni per garantire la correttezza e la regolarità delle prove
  • se tra i vincitori vi sarà un loro alunno, la sua dispensa dalle lezioni perché possa assistere alla cerimonia di premiazione a Bruxelles.

Inoltre la scuola acconsente ad essere citata, se selezionata, sul sito Juvenes Translatores.

1.4 Che accade se la scuola non rispetta gli impegni di cui al punto 1.3?

La scuola inadempiente può essere esclusa dal concorso. L'esclusione comporta la cessazione immediata della partecipazione al concorso della scuola e dei suoi alunni.

 

2. SELEZIONE DELLE SCUOLE

Verrà effettuata un'estrazione a sorte elettronica per selezionare un determinato numero di scuole fra quelle che avranno debitamente presentato il modulo di candidatura.

L'elenco delle scuole sorteggiate sarà pubblicato sul sito Juvenes Translatores entro la fine del mese di ottobre 2014.

Ai fini di questa selezione, ogni scuola rientra nella quota assegnata allo Stato membro nel quale ha sede.

Il numero di scuole selezionate per ogni Stato membro è uguale al numero di seggi che il paese detiene nel Parlamento europeo:

Stato membroScuole
Austria18
Belgio21
Bulgaria17
Croazia11
Cipro6
Repubblica ceca21
Danimarca13
Estonia6
Finlandia13
Francia74
Germania96
Grecia21
Ungheria21
Irlanda11
Italia73
Lettonia8
Lituania11
Lussemburgo6
Malta6
Paesi Bassi26
Polonia51
Portogallo21
Romania32
Slovenia8
Slovacchia13
Spagna54
Svezia20
Regno Unito73
Totale751
 

3. SELEZIONE DEGLI ALUNNI

Nel presente testo del regolamento e delle istruzioni, i termini "alunno" e "alunno selezionato" si riferiscono a tutti gli alunni (da due a cinque) proposti dalle scuole sorteggiate.

Questi alunni devono:

  • essere nati nel 1997 e
  • essere regolarmente iscritti in una scuola che soddisfa i criteri di cui al punto 1.1.

La scuola deve precisare la coppia di lingue scelta da ciascun alunno selezionato, ovvero la lingua dalla quale e la lingua nella quale intende tradurre (cfr. punto 3.4).

3.1 Nomi degli alunni e coppie di lingue

Le scuole selezionate devono iscrivere gli alunni che sosterranno le prove entro e non oltre il 20 novembre 2014. Ogni scuola può iscrivere da due a cinque alunni, indicando i loro nomi e le coppie di lingue prescelte nella banca dati del concorso, cui potranno accedere a partire da un link inviato per posta elettronica dalla squadra Juvenes Translatores (squadra JT).

Le scuole possono iscrivere anche un sesto alunno, come riserva qualora uno degli alunni inizialmente iscritti non potesse partecipare al concorso, ad esempio per malattia.

Dopo il 20 novembre 2014 non sarà consentito modificare né la selezione degli alunni né la scelta delle coppie di lingue.

La scuola deve informare i genitori (o chi ne fa le veci) degli alunni selezionati del fatto che parteciperanno al concorso.

3.2 Come selezionare gli alunni?

Le scuole possono definire i propri criteri di selezione degli alunni partecipanti, a condizione che siano chiari, equi e non discriminatori. Se la DG Traduzione ritiene che una scuola abbia applicato criteri ingiusti o discriminatori, può decidere di escluderla dal concorso.

3.3 Tutela dei dati personali

La DG Traduzione garantirà la tutela di tutti i dati personali pervenuti, conformemente alle disposizioni legislative in materia.

I nomi delle scuole, i nomi dei vincitori nazionali e le loro traduzioni saranno pubblicati (cfr. punto 5); inoltre, i media potrebbero riferire sulla visita dei vincitori a Bruxelles per la cerimonia di premiazione.

Ulteriori informazioni sulla tutela dei dati personali da parte della DG Traduzione figurano nella liberatoria per il concorso Juvenes Translatores e nell'informativa sulla privacy ad essa allegata. Questi documenti verranno inviati per posta elettronica soltanto ai 28 vincitori, tramite i loro insegnanti.

3.4 Coppie di lingue

Ciascun alunno può scegliere di tradurre da qualsiasi lingua ufficiale in qualsiasi altra lingua ufficiale dell'Unione europea.

Le lingue ufficiali dell'Unione europea sono:

bulgaro (BG), ceco (CS), croato (HR), danese (DA), estone (ET), finlandese (FI), francese (FR), greco (EL), inglese (EN), irlandese (GA), italiano (IT), lettone (LV), lituano (LT), maltese (MT), olandese (NL), polacco (PL), portoghese (PT), rumeno (RO), slovacco (SK), sloveno (SL), spagnolo (ES), svedese (SV), tedesco (DE) e ungherese (HU).

La scelta di ciascun alunno va indicata al momento della sua iscrizione (cfr. punto 3.1) e non può essere modificata dopo il 20 novembre 2014.

Raccomandiamo caldamente che gli studenti traducano nella loro lingua materna o principale.

 

PROVA DI TRADUZIONE

4. SVOLGIMENTO DELLA PROVA

Il giorno della prova, i testi da tradurre verranno distribuiti unicamente in formato elettronico (inviati per e-mail e resi scaricabili dal sito). I testi saranno contrassegnati in alto con "2014" e il codice della lingua in cui sono scritti.

La prova di traduzione deve svolgersi simultaneamente in tutte le scuole partecipanti, il giorno 27 novembre 2014, dalle ore 10 alle ore 12 (ora di Bruxelles). La prova si svolgerà nei locali delle scuole.

Per ciascuna scuola possono partecipare ufficialmente soltanto da due a cinque alunni iscritti. Le scuole possono eventualmente autorizzare altri alunni a partecipare alla prova a titolo non ufficiale (ad esempio, nell'ambito di un concorso interno parallelo o ai fini della valutazione dell'insieme degli alunni), ma in tal caso non devono inviare alla DG Traduzione le loro traduzioni.

Le scuole devono prendere tutte le disposizioni necessarie per garantire la correttezza e la regolarità delle prove. Gli alunni devono lavorare da soli, non in coppia o in gruppo, e gli insegnanti devono astenersi dall'aiutarli.

Durante la prova è vietato l'utilizzo di computer e di qualsiasi altro dispositivo elettronico.

Le traduzioni devono essere scritte a mano, in maniera leggibile. I testi illeggibili verranno squalificati.

Al termine della prova, le traduzioni vanno passate allo scanner e salvate in formato PDF di qualità buona e leggibile (un unico file per ciascuna traduzione con una dimensione massima di 500 KB), e caricate nella banca dati JT utilizzando il link inviato al referente della scuola. In caso di problemi tecnici persistenti, le traduzioni possono essere inviate per posta raccomandata alla DG Traduzione al seguente indirizzo:

"Juvenes Translatores"
Commissione europea
Direzione generale della Traduzione
Att.: Pinuccia Contino
G-6 06/16
B - 1049 Bruxelles
Belgio

Le scuole sono tenute a conservare gli originali per un periodo di sei mesi.

Se ostacoli che esulano dal controllo della scuola impediscono l'invio delle traduzioni, la scuola è pregata di contattare per istruzioni la squadra JT.

4.1 Alunni con disabilità

Le scuole non devono discriminare gli alunni disabili. La squadra JT è consapevole che, per consentire agli alunni disabili di partecipare alla prova in condizioni di equità e parità, potrebbero rivelarsi necessari provvedimenti speciali. Se la scuola constata che i provvedimenti speciali necessari sono in contraddizione con il regolamento (ad esempio, se una disabilità rallenta la scrittura di un alunno in modo tale che gli serve più tempo per finire la traduzione, o se un computer risulta indispensabile per consentire la partecipazione di un alunno), è invitata ad informarne la squadra Juvenes Translatores, descrivendo la disabilità e le disposizioni previste, perché queste possano essere preliminarmente approvate.

4.2 Chi si occupa delle modalità pratiche della prova?

Le scuole sono responsabili dell'organizzazione delle prove nei loro locali, comprese tutte le disposizioni pratiche nel giorno del loro svolgimento; esse devono cioè:

  • assicurare che i testi da tradurre siano distribuiti agli alunni correttamente, ad esempio senza ritardi e senza comprometterne la segretezza
  • radunare gli alunni partecipanti nel luogo di svolgimento delle prove
  • distribuire i testi, assicurandosi che ciascun alunno li riceva nella lingua prescelta - e che siano quelli per l'anno in corso
  • assicurarsi che ciascun alunno indichi sul foglio di copertina nome, data di nascita, nome della scuola e paese, come pure il numero d'iscrizione della scuola e il suo numero d'iscrizione personale al concorso
  • sorvegliare gli alunni durante lo svolgimento delle prove
  • raccogliere e caricare le traduzioni nella banca dati Juvenes Translatores come un unico file PDF per ciascuna traduzione.

Le scuole sono tenute a conservare gli originali delle traduzioni per un periodo di sei mesi. La DG Traduzione invierà alle scuole i testi da tradurre la mattina del giorno della prova di traduzione e li renderà simultaneamente disponibili sul sito Juvenes Translatores. Nella misura del possibile risponderà inoltre ad eventuali domande e fornirà consigli via e-mail.

4.3 Gli alunni possono utilizzare dizionari o altri strumenti ausiliari durante la prova?

I dizionari sono strumenti professionali del traduttore e gli studenti sono quindi autorizzati a usarli durante la prova, ma solo nella loro edizione cartacea.

Non è invece ammesso alcun tipo di dispositivo elettronico (computer, telefoni cellulari, versioni elettroniche di dizionari o glossari, altri strumenti elettronici di traduzione).

 

5. VALUTAZIONE DELLE PROVE E PUBBLICAZIONE DEI RISULTATI

Ciascuna traduzione verrà valutata da una commissione composta da traduttori e revisori professionisti della DG Traduzione.

Al termine della valutazione la giuria, presieduta dal direttore generale della DG Traduzione, sceglierà la migliore traduzione per ciascuno Stato membro.

I lavori e le deliberazioni della commissione e della giuria sono segreti. I voti individuali non verranno resi noti.

Le decisioni della commissione e della giuria sono insindacabili.

5.1 Proclamazione dei vincitori e liberatoria

L'elenco dei 28 vincitori verrà reso noto entro i primi di febbraio 2015.

Ciascuno di essi riceverà per e-mail una liberatoria, che la loro scuola dovrà stampare, far firmare e rinviare alla DG Traduzione a Bruxelles - entro il termine indicato - insieme alla copia di un documento d'identità valido dell'alunno.

La liberatoria dev'essere firmata da:

  • l'alunno
  • il capo d'istituto (dirigente scolastico)
  • i genitori (o chi ne fa le veci), se l'alunno non avrà compiuto 18 anni alla data del viaggio per la cerimonia di premiazione.

Firmando la liberatoria, l'alunno e i genitori (o chi ne fa le veci) esprimono il proprio consenso a quanto segue:

  • l'alunno sarà autorizzato a recarsi a Bruxelles per la cerimonia di premiazione
  • fotografie e registrazioni video della cerimonia di premiazione e della visita a Bruxelles potranno essere pubblicate sul sito web e sulla pagina Facebook di Juvenes Translatores
  • un genitore, o chi ne fa le veci, o un adulto da essi autorizzato, accompagnerà l'alunno alla cerimonia di premiazione a Bruxelles (non è necessario se l'alunno avrà compiuto 18 anni al momento del viaggio).

Una informativa sulla privacypdf(58 kB) Scegli le traduzioni del link precedente  allegata alla liberatoria precisa come verranno raccolti, trattati e utilizzati i dati a carattere personale, nel rigoroso rispetto della legislazione vigente.

5.2 Quali saranno i criteri di valutazione?

La commissione applicherà gli stessi criteri utilizzati per la valutazione delle traduzioni realizzate all'interno della DG Traduzione, ossia:

  • precisione della traduzione
  • correttezza dell'espressione (vocabolario e grammatica)
  • naturalezza e fluidità dell'espressione
  • creatività delle soluzioni.

La commissione si riserva di squalificare qualsiasi traduzione che ritenga essere stata effettuata con modalità non corrette o regolari.

 

CERIMONIA DI PREMIAZIONE

6. LA CERIMONIA DI PREMIAZIONE

I vincitori e, per ciascuno di essi, un accompagnatore adulto e un insegnante saranno invitati a Bruxelles per la cerimonia di premiazione, in cui i premi verranno consegnati dal commissario per il Multilinguismo.

Ciascun vincitore che non abbia compiuto 18 anni dovrà essere accompagnato a Bruxelles da un genitore (o da chi ne fa le veci) o da un adulto da essi autorizzato, che si assumerà la piena responsabilità dell'alunno e di sé stesso durante il viaggio e il soggiorno a Bruxelles.

L'alunno, la persona che lo accompagna e l'insegnante devono dotarsi dei documenti di viaggio necessari. La Commissione europea organizzerà e pagherà il viaggio (esclusi i piccoli trasferimenti, come il taxi da e per l'aeroporto) e il soggiorno di un vincitore, di un accompagnatore adulto e di un insegnante per Stato membro.

 

7. SPESE

La scuola prenderà a suo carico le spese per l'organizzazione della prova di traduzione nei suoi locali (stampa dei testi da tradurre, fornitura delle attrezzature per lo svolgimento della prova, ecc.).

La Commissione europea sosterrà le spese relative alla cerimonia di premiazione, nonché quelle per la messa a disposizione dei testi da tradurre e la valutazione.

La Commissione europea prenderà a suo carico le spese di viaggio di ciascuno dei vincitori e dei rispettivi insegnanti e accompagnatori adulti (genitore o chi ne fa le veci) dal paese di origine a Bruxelles.

 

8. INTERPRETAZIONE DELLE NORME ED ISTRUZIONI

L'interpretazione del regolamento e delle istruzioni da parte della DG Traduzione è insindacabile.

Per ulteriori informazioni:

È inoltre possibile contattare la persona che si occupa del concorso presso la Rappresentanza della Commissione nel proprio paese (ec.europa.eu/dgs/translation/getintouch/localoffices).