Per contattarci  |  Ricerca 
Introduzione
Scienza e governance
Etica
Sensibilizzazione alla scienza
I giovanni e la scienza
Le donne e la scienza
Piano d'azione
FP6 Calls
Scienza e societÓ
Scienza e società in Europa Graphic element
 

1.  Promozione della cultura scientifica in Europa

1.1  Sensibilizzazione del pubblico

Se si vuole che i progressi scientifici e tecnologici rispondano alle esigenze dei cittadini europei e ottengano il loro consenso, è necessario che questi dispongano di informazioni comprensibili e di qualità e beneficino di un libero accesso a questa cultura specifica.

I mass media, i ricercatori, gli organismi di ricerca – in particolare le università –, ma anche le imprese devono svolgere il loro ruolo di informazione del pubblico. Devono essere capaci di comunicare su temi scientifici in modo professionale, al contempo rigoroso e interessante, e spiegare meglio la strategia scientifica, evidenziandone il rigore e i limiti.

Diffusione dell’informazione scientifica tramite i mezzi di comunicazione di massa

Per fornire al grande pubblico informazioni affidabili e pertinenti, è necessario sostenere le fonti di informazione indipendenti mediante azioni a livello europeo. E' importante elaborare, in modo complementare, moduli di formazione scientifica tematica e multilingue destinati a giornalisti della stampa scritta e del settore audiovisivo.

Azione 1

In cooperazione con gli Stati membri, la Commissione costituirà un gruppo di riflessione che associa giornalisti e rappresentanti degli organi di stampa al fine di riflettere sul modo migliore di garantire un'efficace diffusione delle informazioni scientifiche a livello europeo, incentivando ad esempio la creazione di un'agenzia di stampa europea o favorendo la creazione di una rete di scambio di informazioni destinate al grande pubblico tra i professionisti del settore.

Alpha-Galileo

Alpha Galileo Europa è un servizio  Internet che fornisce informazioni specifiche ai mass media. Si tratta di una base dati di comunicati stampa, informazioni su manifestazioni, immagini e informazioni di base in materia di scienza e sviluppo tecnologico in Europa. Un sistema di allarme per posta elettronica, basato su parole chiave, consente ai giornalisti di accedere alle informazioni più recenti nei settori di loro interesse.

Le relazioni tra scienza e mass media sollevano a volte polemiche, nell'uno e l'altro settore. In alcuni paesi, sono state proposte linee direttrici destinate ai mass media riguardanti i loro rapporti col settore scientifico e, d'altra parte, per i ricercatori che sono chiamati a lavorare con i media. I giornalisti ed i ricercatori che si impegnano in maniera particolare in questo settore meritano di essere incoraggiati.

Azione 2

I rappresentanti della comunità scientifica e dei mass media si incontreranno in un forum a livello europeo per incoraggiare e sostenere lo sviluppo di orientamenti per un'interazione più fruttuosa ed una comprensione reciproca

Azione 3

La Commissione stimolerà l'interesse dei giovani per il giornalismo scientifico e contribuirà ad incrementarne la qualità istituendo un premio speciale per gli addetti alla comunicazione scientifica destinata al grande pubblico.

La Commissione valuta le possibilità di promuovere la presenza della scienza nell'insieme dei supporti multimediali, ivi compresa la televisione (Festival europeo del film scientifico per il grande pubblico, meccanismi di scambio tra strutture di produzione audiovisiva, reti di canali televisivi regionali ecc.). La Commissione sostiene già, nell'ambito del programma MEDIA Plus (1), lo sviluppo e la produzione di opere audiovisive, ivi compresi i documentari di creazione, destinati ad essere diffusi sui canali televisivi europei. Queste opere audiovisive possono riguardare argomenti di divulgazione scientifica e tecnologica.

Azione 4

Sarà istituito un forum di scambi (anche elettronico) tenendo conto del potenziale di Internet per la diffusione audiovisiva (2), al fine proseguire la riflessione sul contenuto scientifico degli strumenti multimediali.

Saranno incoraggiate la valorizzazione su scala europea del know-how esistente in materia di divulgazione scientifica e tecnologica negli istituti di ricerca nazionali e transnazionali e alcune iniziative quali la rete dei musei delle scienze europee.

ECSITE

ECSITE (European Collaborative for Science, Industry and Technology Exhibitions) è una rete europea di musei, centri scientifici e altre organizzazioni  che lavorano nel campo della comunicazione scientifica destinata al  grande pubblico. Questa rete, che copre 35 paesi, promuove gli scambi di esperienze e  idee nuove. ECSITE sviluppa progetti transnazionali di sensibilizzazione del pubblico nei confronti della scienza, finanziati dalla Commissione europea e da altre fonti.

Azione 5

La creazione di prodotti di grande diffusione (trasmissioni televisive, pubblicazione di studi, ecc.) sarà incoraggiata mediante bandi mirati e a tal fine sarà incentivata l'utilizzazione degli strumenti esistenti.

Nei paesi dell'Unione esistono già eccellenti prodotti di informazione destinati al grande pubblico che meriterebbero di essere sfruttati maggiormente grazie ad una maggiore mobilità tra paesi europei.

Azione 6

I migliori prodotti di comunicazione destinati al grande pubblico (ad esempio; esposizioni itineranti o permanenti, documentari, ecc.) potranno essere tradotti in altre lingue a seguito di inviti a presentare proposte mirati.

Le settimane della scienza in Europa

La Settimana della scienza, istituita dalla Commissione nel 1993, è diventata una delle azioni del programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico. Gli Stati membri e gli Stati associati organizzano inoltre attività di promozione della cultura scientifica e tecnica. Attività analoghe esistono anche a livello regionale e locale.

Gli Stati membri e la Commissione avrebbero interesse a condividere esperienze e buone pratiche in questo campo.

Azione 7

La creazione di un comitato composto dagli organizzatori delle settimane della scienza nazionali agevolerebbe le sinergie tra la settimana europea della scienza e le settimane o i festival della scienza, in particolare grazie allo scambio delle buone pratiche e di eventi di grande richiamo.

La settimana europea della scienza rafforzerà la sua portata grazie all'associazione di eventi nazionali, e viceversa, le settimane nazionali saranno rafforzate dall'organizzazione di eventi a livello europeo.

Azione 8

La Commissione si adopererà affinché le realizzazioni della ricerca comunitaria siano più adeguatamente rappresentate nella Settimana europea e possano contribuire allo sviluppo delle settimane nazionali.

Confronto delle strategie nazionali della cultura scientifica e tecnica

La Commissione ha già avviato l'esercizio di benchmarking delle politiche nazionali in cinque settori principali, ivi compresa la “promozione della cultura di RST e la comprensione dei problemi scientifici da parte del pubblico”. I risultati del primo ciclo di benchmarking saranno resi pubblici nella prima metà del 2002. Saranno avviate altre attività di valutazione e analisi della situazione attuale della cultura di RST.

Azione 9

L'impatto delle attività realizzate in Europa ai fini della sensibilizzazione del pubblico nei confronti della scienza, della tecnologia e dell'innovazione sarà analizzato me­diante ricerche e studi comparativi (ivi compreso il benchmarking).

Promozione della cultura scientifica in Portogallo

Avviato nel 1996, il programma Ciência Viva è il contributo del ministero portoghese della Scienza e della Tecnologia a favore della cultura scientifica e tecnologica in Portogallo. Ciência Viva beneficia dei finanziamenti dei Fondi struttu­rali. Si tratta di un programma aperto che incentiva le alleanze e promuove le iniziative autonome mediante la definizione di tre strumenti d'azione fondamentali: un programma di sostegno destinato all'insegnamento sperimentale e alla promozione dell'educazione scientifica nelle scuole, la rete nazionale dei centri Ciência Viva e le campagne nazionali di sensibilizzazione.

Informazione sistematica del pubblico circa le attività di ricerca comunitarie

Date le loro conoscenze, i ricercatori, gli organismi di ricerca e le imprese hanno oggi una responsabilità particolare nei confronti della società per quanto riguarda l'informazione scientifica e tecnologica dei cittadini europei. Le attività di comunicazione sui progressi scientifici e tecnologici dovrebbero essere ulteriormente rafforzate, in particolare quelle realizzate nell'ambito del programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico.

Azione 10

Nel capitolato d'oneri dei progetti di ricerca e sviluppo tecnologico comunitari sarà previsto l'obbligo per i partner di diffondere sistematicamente i risultati scientifici e tecnologici conseguiti, grazie ad attività finanziate dal programma quadro di ricerca e sviluppo tecnologico sotto varie forme: copertura mediatica, esposizioni, prodotti didattici e pedagogici, dibattiti pubblici, ecc. 


(1) Il programma MEDIA è stato avviato in gennaio 2001 ed è destinato a rafforzare la competitività dell'industria audiovisiva europea con una serie di misure riguardanti la formazione di professionisti, lo sviluppo di progetti e di società di produzione e la distribuzione e promozione di lavori cinematografici e di programmi audiovisivi.

(2) È opportuno menzionare qui l'iniziativa fondamentale per la diffusione della cultura scientifica costituita dal Piano d'azione e-Europe della Commissione europea, destinato tra l'altro a favorire l'accesso del maggior numero possibile di persone ad Internet.


<< indietro
torna all'indice
avanti>>
 
Line
     
Ultimi aggiornamenti | Primo piano | Documenti | Collegamenti | A chi rivolgersi Inizio pagina
   
Ultimi aggiornamenti Primo piano Documenti Collegamenti A chi rivolgersi