Per contattarci  |  Ricerca 
Introduzione
Scienza e governance
Etica
Sensibilizzazione alla scienza
I giovanni e la scienza
Le donne e la scienza
Piano d'azione
FP6 Calls
Scienza e societÓ
Scienza e società in Europa Graphic element
  Contesto

Questo piano d'azione viene presentato su richiesta del Consiglio Ricerca del 26 giugno 2001. Si inserisce nella dinamica della creazione di un vero e proprio Spazio europeo della ricerca (Cfr. “Verso uno spazio europeo della ricerca”, COM(2000)6, 18/01/2000) avviata nel gennaio 2000 dalla Commissione europea.

Costituisce il seguito logico del documento dei servizi della Commissione “Scienza, società e cittadini in Europa”(SEC(2000)1973, 14/11/2000) che ha gettato, nel novembre 2000, le basi del dibattito sui rapporti esistenti tra scienza e tecnologia e società i cittadini europei.

Questa comunicazione mira a sostenere l'obiettivo strategico, stabilito dall'Unione europea a Lisbona, di diventare nel 2010 l'economia basata sulla conoscenza più dinamica e più competitiva del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale.

Questo piano d'azione intende apportare un contributo significativo all'attuazione del Libro bianco sulla governance europea (“La governance europea: un Libro Bianco”, COM(2001) 428, 25 luglio 2001.) adottato dalla Commissione il 25 luglio 2001. Trae ispirazione, infatti, da numerose riflessioni condotte in occasione di incontri e seminari preparatori (Cfr. in particolare la relazione del gruppo interservizi “Democratizzazione delle competenze e istituzione di riferimenti scientifici europei”), e in particolare della conferenza “Scienza e governance” dell'ottobre 2000. È destinato inoltre a sostenere e intensificare il processo politico avviato nel 1999 al fine di promuovere il posto e il ruolo delle donne nella ricerca (Comunicazione della Commissione: “Donne e scienza: mobilitare le donne per arricchire la ricerca europea”, COM(99)76, def., Risoluzione del Consiglio del 20 maggio 1999, GU C 201, pag.1 del 16/07/99, Risoluzione del Parlamento europeo del 3 febbraio 2000 (PE 284.656), Documento di lavoro dei servizi della Commissione: “Donne e scienza: la dimensione del genere come leva per la riforma della scienza”, 15 maggio 2001, SEC(2001)771).

Nell'elaborazione della presente comunicazione si è tenuto conto dei pareri del Parlamento europeo, del Comitato economico e sociale e del Comitato delle regioni sullo Spazio europeo della ricerca, nonché del parere del Comitato economico e sociale e della relazione del CREST sul summenzionato documento dei servizi della Commissione. I dibattiti sull'istruzione, la scienza e la società svoltisi a Upssala il 2 marzo 2001 in occasione di una riunione informale dei ministri dell'Istruzione e della Ricerca (Documento di lavoro (congiunto) dei servizi della Commissione, DG RTD e EAC, “Scienza, istruzione e ricerca: verso una società della conoscenza”, in vista della riunione informale dei ministri della Ricerca e dell'Istruzione del 2 e 3 marzo 2001 tenutasi a Uppsala), sono stati anch'essi presi in considerazione.

Infine si terrà conto dei dibattiti avviati sul piano d'azione “eLearning – Pensare all'istruzione di domani”, nella prospettiva di un maggiore contributo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione all'educazione scientifica, e – più globalmente – alla costruzione di una cittadinanza attiva, condizione necessaria per il controllo sociale delle scelte operate nel campo scientifico e del loro impatto sulla società.

 
Line
     
Ultimi aggiornamenti | Primo piano | Documenti | Collegamenti | A chi rivolgersi Inizio pagina
   
Ultimi aggiornamenti Primo piano Documenti Collegamenti A chi rivolgersi