AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilità e ad un avviso relativo al Copyright.
Research
CastellanoDanskDeutschEllinikaEnglishFrançaisItalianoNederlandsPortuguêsSuomiSvenska
 
Europa  > Commissione Europea >  Ricerca > Comunicato stampa 
 
    

European Research Area

    

Research Programmes

Sixth Framework Programme
(2002-2006)
  
Fifth Framework Programme
(1998-2002)
  
Frequently Asked Questions
  
Fourth Framework Programme
(1994-1998)
    

Why European  Research?

    
What's new?
    

Publications

    

Useful Links

    

 

Comunicato stampa

L'Europa mobilita tutto il suo potenziale di ricerca contro le malattie derivanti dalla povertà

Conferenza per il lancio del programma EDCTP - Barcellona, 19-20 aprile 2002

 

Bruxelles, 23 aprile 2002

Parole chiave : HIV/AIDS, malaria, tubercolosi, ricerca, sviluppo, salute, vaccini, farmaci, paesi in via di sviluppo, sperimentazioni cliniche, EDCTP.

 


Il 19 e 20 aprile 2002, una conferenza, organizzata congiuntamente da Presidenza spagnola e Commissione europea, lancerà la prima fase del nuovo Programma di sperimentazioni cliniche Europa-Paesi in via di sviluppo (European-Developing Countries Clinical Trials Programme - EDCTP) mirante ad accelerare gli sviluppi clinici di farmaci e vaccini destinati a combattere le malattie derivanti dalla povertà quali AIDS, malaria e tubercolosi.
L'iniziativa EDCTP è mirata a colmare il divario esistente tra gli sforzi effettuati nel settore della ricerca, dispersi a livello europeo, e la produzione di farmaci e vaccini per i paesi in via di sviluppo.

La creazione di un programma specifico di sperimentazioni cliniche che vuole fornire una risposta ai bisogni dei paesi in via di sviluppo, affronta la principale priorità su scala mondiale della lotta contro le malattie derivanti dalla povertà - AIDS, malaria e tubercolosi. Tali malattie uccidono ogni anno più di 5 milioni di persone, oltre a provocare enormi sconvolgimenti nelle economie dei paesi in via di sviluppo. Tale circolo vizioso venutosi a creare tra povertà e malattia, rende ancor più difficoltosa la lotta contro le summenzionate malattie. La situazione è particolarmente critica nei paesi del Sub Sahara, area nella quale il Programma di sperimentazioni cliniche Europa-Paesi in via di sviluppo (EDCTP) ha deciso di concentrare inizialmente la propria attenzione. Ancor più preoccupante è il fatto che oggigiorno non esista un intervento adeguato ed efficace per la prevenzione di AIDS, malaria e TBC. Ciò è in parte dovuto alla situazione economica dei paesi in via di sviluppo che rende gli investimenti industriali di una certa portata in tali malattie, non commercialmente vantaggiosi per il settore privato. Colmare tale lacuna è pertanto responsabilità del settore pubblico.

"L'Europa può contribuire in maniera significativa a trovare una risposta al problema globale delle malattie derivanti dalla povertà se riunisce in modo coerente le forze disperse [nella ricerca e nello sviluppo]. È importante che le autorità pubbliche diano inizio al processo, in quanto è chiaro che non necessariamente ci sarà un ritorno economico per l'industria", ha detto Philippe Busquin, Commissario europeo per la ricerca. L'industria può tuttavia partecipare, creando un parternariato pubblico-privato se il settore pubblico è disposto ad assumersi una parte del rischio.

La Commissione Europea è fortemente impegnata nell'iniziativa EDCTP, e propone un contributo di 200 milioni di Euro nell'ambito del prossimo programma quadro europeo di ricerca (2002-2006). "Accrescere l'attenzione su salute ed educazione nell'ambito delle politiche di cooperazione allo sviluppo dell'UE, in quanto parte del suo obiettivo ad ampio raggio di lotta contro la povertà", costituisce una delle sette priorità di base per il 2002 . In tale quadro politico globale, il programma "Azione rapida contro HIV/AIDS, malaria e tubercolosi" nell'ambito della riduzione della povertà, adottata dal Consiglio Europeo il 15 marzo 2001, si basa su tre pilastri: commercio, sviluppo e ricerca. Per quanto riguarda quest'ultimo, si tratterà del primo tentativo di un programma di ricerca comune tra Comunità Europea e membri o stati associati, in linea con l'idea di uno spazio di ricerca europeo. "L'idea consiste nel fatto che l'Europa, attraverso una serie di programmi comuni di ricerca di base e di sviluppo, ed attraverso sperimentazioni cliniche di nuovi farmaci, vaccini ed altre terapie, può contribuire ad una maggiore prevenzione nonchè ad un controllo ed una cura migliori di tali malattie nei paesi in via di sviluppo," afferma un membro EDCTP, il Dott. Antoni Trilla dell'Clinica ospedaliera di Barcellona.

La Commissione Europea, congiuntamente ai 15 Pesi membri ha riconosciuto tale emergenza nonché l'urgenza di riunire le forze. Nel programma comune dell'EDCTP gli sforzi della ricerca europea saranno mobilitati in modo coerente. L'EDCTP si avvarrà dei numerosi ed importanti risultati di ricerca già conseguiti nei rispettivi programmi nazionali, rendendo possibile la sperimentazione clinica di vaccini e farmaci promettenti, nonché il loro rapido passaggio all'applicazione clinica. L'integrazione dei programmi comunitari e nazionali sarà realizzata mediante il coordinamento, il collegamento e il raggruppamento delle attività di ricerca. Il programma EDCTP dovrebbe incentivare la partecipazione industriale. L'obiettivo maggiore dell'EDCTP consiste pertanto nel realizzare il passaggio di nuovi vaccini e farmaci dal settore della ricerca di base a quello delle sperimentazioni cliniche, seguendo i più alti criteri di qualità e nel pieno rispetto delle norme etiche

Obiettivo della conferenza è il lancio della prima fase dell'EDCTP, nonchè la raccolta di forti sostegni politici a tale iniziativa. La prima fase, la cui durata prevista è di 12 mesi ed è finanziata da una sovvenzione di 1.2 milioni di Euro da parte della Commissione Europea, è diretta dalla Clinica ospedaliera di Barcellona.

La conferenza
Rappresentanti di paesi europei e delegati africani si sono incontrati nel corso dei mesi passati ed hanno lavorato in stretto contatto per definire la strategia dell'EDCTP, le priorità nonché il modus operandi. Tale conferenza per il lancio dell'EDCTP riunisce tutti gli attori importanti dei governi europei ed africani, la comunità scientifica, le organizzazioni internazionali nochè fondazioni e industrie farmaceutiche. Vuole introdurre ed illustrare formalmente l'iniziativa EDCTP a tutti gli attori coinvolti.

Le personalità politiche partecipanti a tale evento comprendono il Sig. Pascal Mucumbi, primo Ministro del Mozambico; la Sig.ra Awa Coll-Seck, Ministro della Sanità del Senegal; la Sig.ra Celia Villalobos, Ministro spagnolo della Sanità; il Sig. Ramon Marimon, Segretario di Stato per la scienza e la tecnologia, ed il Sig. Philippe Busquin, Commissario europeo per la ricerca.

La conferenza avrà inizio alle ore 10.00 con la presentazione dell'iniziativa EDCTP.
Il primo giorno della conferenza si concentrerà sulla politica sanitaria e sulle tematiche di finanziamento, oltre ad introdurre l'iniziativa EDCTP. Il secondo giorno sarà focalizzato sulla ricerca sanitaria per lo sviluppo con ricercatori di primo piano ed esperti sanitari nella prevenzione e nella cura di tali malattie; sono previste sessioni specifiche per ognuna delle tre malattie. Il programma della conferenza può essere consultato sul sito Web relativo: http://ec.europa.eu/research/edctp.html.

Una conferenza stampa si terrà in occasione della prima giornata, dalle 11:00 alle 11:45, e sarà seguita da un pranzo al quale parteciperanno tutti gli oratori. È prevista inoltre la possibilità di intervistare scienziati e personalità politiche di alto livello, europei ed africani.


Nota per i redattori:

Per maggiori informazioni riguardandi l'iniziativa EDCTP, siete invitati a consultare il sito Web relativo all'indirizzo: http://ec.europa.eu/research/edctp.html.

Per ulteriori informazioni concernenti tale iniziativa e la conferenza, siete invitati a contattare:

  • Stéphane Hogan, Press Officer, DG Ricerca, Commissione Europea Tel.: +32.2.296.2965 - Fax: +32.2.295.8220
    E-mail : Research Contact

Se desiderate partecipare alla conferenza stampa, vi invitiamo ad iscrivervi prendendo contatto con Ana Aguilar Morell, presso Hill and Knowlton**
Tel: +32.2.7379514 - Fax: +32.2.7379501 Cellulare: +32.476.219344 - E-mail: aaguilar@hillandknowlton.com


* Per il programma di lavoro per il 2002 della Commissione, consultare a pag. 9
** Hill and Knowlton è subappaltatrice della Commissione Europea per tale evento.

              

Press releases I What's new on the Research pages? I TOP Top