AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilità e ad un avviso relativo al Copyright.

  deenfrit
European Flag

   EuropaCommissione EuropeaRicercaComunicati stampa

Bruxelles, il 19 maggio 1999

I successi nel settore delle Biotecnologie in campo vegetale
confermano il "valore aggiunto" della ricerca a livello europeo.

Congresso della European Plant Biotechnology Network
Roma 7-9 giugno 1999

Parole chiave: piante, biotecnologia, rete, diffusione e sfruttamento dei risultati

I progetti europei nel settore delle biotecnologie in campo vegetale hanno di recente prodotto interessanti risultati: permettendo di aumentare il valore nutrizionale (ad esempio: carotene, amminoacidi essenziali) di alcuni generi alimentari, creando varietà vegetali di interesse agricolo resistenti ai fattori di stress ed alle malattie (ad esempio: la resistenza ai nematodi), contribuendo al monitoraggio della biodiversità nell'ambiente. Tutti questi risultati sono stati ottenuti nell'ambito dei progetti di ricerca finanziati dalla Unione Europea i quali sono oggi raggruppati nella European Plant Biotecnology Network (EPBN). Obiettivo della EPBN è favorire il massimo sviluppo di questo settore in Europa. Per presentare questi importanti risultati la EPBN organizza a Roma, dal 7 al 9 giugno 1999, il suo primo Congresso -"Phytosphere '99"-

La rete europea delle biotecnologie vegetali (EPBN) nasce dalla collaborazione tra AMICA, PIP ed i Coordinatori dei progetti nel settore delle biotecnologie in campo vegetale finanziati dalla UE nell'ambito del Quarto Programma Quadro. Nel 1998, la DGXII della Commissione Europea ha deciso di finanziare la EPBN per un periodo di due anni e mezzo al fine di promuovere la realizzazione di una rete di contatti ed inoltre per favorire la diffusione e lo sfruttamento dei risultati ottenuti dai progetti europei che in questo settore sono stati finanziati grazie ad un investimento complessivo di 150 milioni di Euro. EPBN coordina l'attività di 45 progetti, finanziati dalla UE nell'ambito del Programma Biotecnologie, che coinvolgono circa 400 laboratori in 20 paesi .

La EPBN favorisce quindi un migliore coordinamento fra le attività di ricerca e stimola le possibili sinergie tra i diversi gruppi di ricerca e tra questi ed il mondo dell'industria. Questa iniziativa contribuisce in modo significativo al mantenimento e contemporaneamente al rafforzamento del ruolo di primo piano che l'Europa ha nel settore delle biotecnologie delle piante. E' senz'altro incoraggiante constatare che in questo settore sono state create di recente nuove PMI, quali ad esempio la Metanomics e la PlantTec in Germania e la Crop Design in Belgio.

Nel corso della prima giornata, il Congresso sarà aperto ai giornalisti (si veda il programma per maggiori dettagli). Nella stessa occasione sarà annunciata l'apertura della Settimana Europea delle Biotecnologie Vegetali. L'obiettivo è quello di diffondere, attraverso la stampa, all'attenzione dell'opinione pubblica, informazioni in merito alla ricerca europea nel settore delle biotecnologie delle piante.

Nell'ambito del Quinto Programma Quadro, le biotecnologie nel campo vegetale sono di supporto a diverse Azioni Chiave in seno al programma tematico "Qualità della vita e gestione delle risorse biologiche" .

Per informazioni supplementari, pregasi contattare:

Stéphane Hogan
Quality of Life programme, DG XII
Fax: +32 2 299.1860
E-mail: Research Contact

Michel Claessens
Communication Unit, DG XII
Fax: +32-2-295.82.20
E-mail: michel.claessens@ec.europa.eu

Phytosfere '99 - Programma - Lunedì 7 giugno

08:30 Caffè e Iscrizione
09:30 Welcome, Lucio Bianco, Presidente CNR, Italia
Chairman's introduction: Owen Doyle, BioResearch Irlanda
09:45 European Successes in Plant Biotechnology
Marc Van Montagu Gent, Belgio
- "Why do we need genetically modified plants?"
Francesco Salamini, Cologne,
- "Phosphate efficiency and aminoacid biosynthesis".
Germany Lothar Willmitzer Berlin, Germania
- "Efforts towards homologous recombination in plants".
11:00 Caffé
11:30 Tavola Rotonda
"Opportunities and Challenges of European Plant Biotechnology"
Chairman: John Hodgson, freelance journalist, London, UK
Mike May Industry, Plant Genetic Systems N.V., Gent, Belgio
Rappresentante dei consumatori
Rappresentante degli organismi di regolamentazione
Etienne Magnien, Commissione Europea (DG XII)
David Coates Government, Ufficio Scienza & Tecnologia; UK
Marc Van Montagu, Università di Gent
Francesco Salamini, MPIZ Cologne
Lothar Willmitzer, MPI Golm
13:00 Pranzo / Press Briefing
15:00 Keynote address Simon Bright (Zeneca Agrochemicals)
15:45 AgBio Exchange sessione Poster & Mostra mercato
17:00 Conclusioni, John Hodgson
17:10 Ricevimento

Search Top
COMUNICATI STAMPA | COMUNICATI STAMPA DI 1999 | 10.02.2000