AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilitÓ e ad un avviso relativo al Copyright.
 
Drapeau européen    Europa Graphic elementLa Commissione EuropeaGraphic element Ricerca Graphic elementWhat is Europe doing?
Que fait l'Europe

Fermare gli sprechi

Pagina precedente Sommario Pagina seguente
Pagina precedente Sommario Pagina
seguente

Graphic elementI fatti

Fermare gli sprechiGrazie ad una strategia intelligente di utilizzazione, a Madrid il consumo d'acqua è diminuito, tra il 1992 e il 1994, del 25% consentendo un risparmio di 100 milioni di metri cubi d'acqua all'anno. Gli stessi risultati possono essere ottenuti altrove e le soluzioni sono spesso estremamente semplici:

  • se gli scarichi dei WC utilizzassero 6 litri invece di 9, il consumo domestico diminuirebbe del 10%;
  • si calcola che le perdite nei sistemi di distribuzione dell'acqua sono, in media, del 30% nell'insieme dell'Europa e, in alcune reti urbane, possono ammontare al 70-80%.

Una utilizzazione più razionale dell'acqua nel settore industriale e agricolo consentirebbe anche di controllare, su vasta scala, gli sprechi di questa risorsa.

Graphic elementLe azioni

Fermare gli sprechiLe ricerche europee a questo livello riguardano soprattutto:

  • il riciclaggio dell'acqua e la sua sostituzione in quanto refrigerante, solvente o mezzo di precipitazione in vari settori industriali;
  • studi relativi ai modi di irrigazione agricola più economici;
  • la prevenzione e l'individuazione delle perdite, nonché le tecniche di rinnovamento delle reti di distribuzione;
  • il miglioramento delle strategie di gestione e il coordinamento degli operatori del settore dell'acqua.

 

L'acqua nelle città: contro gli sperperi
Le attività della rete europea di Diagnosi delle infrastrutture urbane - COST riguardano gli sprechi enormi e i rischi di inquinamento registrati in molte canalizzazioni delle reti di distribuzione.

Fermare gli sprechi

Portogallo: un settore tessile vigile
Risparmi di acqua dal 10 al 15%, una riduzione del 20% dei prodotti chimici utilizzati, un calo dei costi di trattamento delle acque reflue… questi risultati sono stati ottenuti in Portogallo attenendosi alle raccomandazioni tecniche elaborate dal CITEVE (Centro das Indústrias Têxtil e de Vestuário - Centro tecnico delle industrie tessili portoghese), nell'ambito di un progetto europeo che coinvolge alcune PMI specializzate nell'apprettatura di tessuti.

Irrigare in maniera intelligente
Nell'Europa meridionale, in cui si registra una grave insufficienza di risorse idriche, l'irrigazione non controllata delle colture comporta sprechi di acqua ed accelera l'infiltrazione dei nitrati verso le falde sotterranee. Nell'ambito di un progetto europeo sono stati sviluppati dei rilevatori e delle tecniche di irrigazione che consentono di limitare gli apporti in funzione esclusivamente dei bisogni delle piante.


Fermare gli sprechi

Una vegetazione più sobria
A livello europeo sono in corso numerose ricerche coordinate sulla fisiologia, la genetica e la biologia molecolare dei vegetali superiori al fine di comprendere meglio e valorizzare i fattori di resistenza alla siccità che li caratterizzano e dunque i minori bisogni in termini di irrigazione.

 
Pagina precedente Sommario Pagina seguente
Pagina precedente Sommario Pagina
seguente
  Graphic element Sistema di ricerca Top