Per contattarci  |  Ricerca nel sito EUROPA   
Riciclaggio dei veicoli
image Home
image Presentazione generale
image Direttiva
image La ricerca sul riciclaggio
image Gruppi di lavoro
image Trattamento dei residui
image Azioni future
image Maggiori informazioni
   
image image
image Altri progetti tematici

 

image

Trattamento dei residui

Trattamento e utilizzazione dei residui della demolizione

I residui della demolizione, dopo la selezione e il riciclaggio delle parti metalliche, sono costituiti principalmente da materiale plastico. Per eliminare gli scarti occorre ridurre questo residuo, che generalmente finisce in discarica, mediante un processo di vagliatura, separazione e trattamento. Esiste già una valida applicazione di mercato nell'industria del cemento. In questo caso il residuo viene raccolto, trattato e usato come combustibile a buon mercato. I partecipanti al progetto hanno concluso che, oltre al fattore costo, è indispensabile adottare criteri di efficienza e garanzia a livello ecologico del trattamento dei residui di demolizione.

Il valore aggiunto della Rete tematica europea consiste proprio nella creazione di rapporti sostenibili con l'industria. La rete, che è diventata un'utile piattaforma di scambio di informazioni, ha inoltre lanciato un sito web (http://www.plastics-in-ELV.org/) dedicato all'ottimizzazione del recupero dei veicoli da demolizione.

Compare
Progetto CRAFT - resina poliammidica riciclata

Le materie plastiche poliammidiche sono molto resistenti al calore e sono utilizzate spesso per le applicazioni critiche nel vano motore. Tuttavia, a causa delle loro caratteristiche, queste materie sono spesso incompatibili con altri materiali e non sono adatte né al riutilizzo né al riciclaggio. Il progetto Compare ha individuato un processo chimico per il trattamento di questo tipo di materie plastiche al fine di renderle compatibli e riutilizzabili (fino al 40%) con materie prime per produrre nuovi materiali. Queste materie plastiche rappresentano tra il 15% e il 20% della plastica utilizzata in un'automobile nuova. Tipi di scarti analoghi provenienti da altre industrie o applicazioni, come sfridi di tappeti, pneumatici e componenti di automobili, possono essere utilizzati per produrre componenti per auto.
Il successo è frutto di una organizzazione delle competenze dei partecipanti che hanno lavorato lungo tutta la catena del processo di riciclaggio in modo complementare, dalle PMI che si occupano della raccolta degli scarti, dei macchinari utili per le fasi di recupero, del dosaggio delle mescole e della produzione delle componenti automobilistiche, fino alle organizzazioni operanti nella ricerca.

Per informazioni:
E. Larrauri
larrauri@gaiker.es

Top

 
  1 2 3 4 5 6 7
Riciclaggio dei veicoli