Per contattarci  |  Ricerca nel sito EUROPA   
La nuova medicina
image Home
image Linee generali
image Le ricerche in corso
image Nuove terapie
image Tecnologie originali
image Strategie future
image Per maggiori informazioni
   
image image
image Altri progetti tematici

 

image

Tecnologie originali

I progressi della tecnologia medicale

Le protesi uditive, le lenti a contatto e i pacemaker cardiaci sono diventati impianti biologici di ordinaria amministrazione. Ma la nuova tecnologia aiuta il genere umano in forme sempre più
elaborate. Usando la nanobiotecnologia, si progettano apparecchi biologici molto piccoli, con dimensioni d'ordine molecolare
(un miliardesimo di metro).

Tra le applicazioni potenziali della nanobiotecnologia vi sono sistemi per un'erogazione più efficace dei farmaci; e materiali biocompatibili, ad alte prestazioni, per gli impianti. Lo stato dei pazienti in condizioni critiche può già essere sorvegliato mediante biosensori impiantati, ma i sensori di dimensioni nanometriche che rivelano agenti patogeni biologici consentirebbero la diagnosi non invasiva, invece della chirurgia e di altri metodi di cura
traumatici.

Il progetto in corso 'Nanomed' mira a produrre prototipi di apparecchi medicali utilizzando svariati materiali dotati di
caratteristiche nanometriche – specialmente polimeri – usando tecniche di sbalzo. Si stanno esaminando le possibilità di aderenza e di crescita delle cellule umane su questi nuovi apparecchi. E se ne studiano al tempo stesso le reazioni: si tenta cioè di determinarne la biocompatibilità.

I progressi dell'elettronica, dei biomateriali e dell'informatica potrebbero permettere di creare nuovi apparecchi capaci di riparare le lesioni nervose. Ciò darebbe speranza alle 300 mila persone paralizzate che vivono in Europa.

Top

Protesi elettriche

Nell'ambito del progetto SUAW (Stand Up And Walk), un impianto stimolatore nervoso, compu-terizzato, può aiutare la persona paralizzata a recuperare una parte della mobilità, migliorando la qualità di vita. Lo stimolo elettrico fornito dall'impianto provoca una contrazione muscolare artificiale.

 

Un impianto dotato di microprocessore potrebbe ridurre il bisogno di interventi periodici sulle articolazioni artificiali

Nell'ambito del progetto STMulus, un impianto intelligente offre un modo di valutare tempestivamente la tenuta meccanica di una nuova protesi, per esempio un'anca artificiale, prima che l'eventuale allentamento provochi dolore o danneggi l'osso.

I due elettrodi impiantati vengono utilizzati per rivelare eventuali segni di allentamento delle articolazioni artificiali. image I due elettrodi impiantati vengono utilizzati per rivelare eventuali segni di allentamento delle articolazioni artificiali.

Top

 
  image 2 3 4 5 6
La nuova medicina