Avviso legale importante
   
Per contattarci   |   Ricerca   
Monitoraggio globale per l'ambiente e la sicurezza
Graphic element Home
Graphic element Considerazioni generali
Graphic element Osservazione terrestre
Graphic element Compiti principali
Graphic element L'azione UE-ASE
Graphic element Per maggiori informazioni
   
image image
Graphic element Altri progetti tematici

 

image

L'azione UE-ASE

Iniziativa congiunta

La Commissione europea svilupperà e promuoverà il GMES, mettendo in evidenza l’importanza strategica della disponibilità di migliori sistemi d’informazione al servizio dell’ambiente e della sicurezza. Essa rappresenterà, inoltre, gli utenti e le loro esigenze a livello dell’Unione, e continuerà a valutare le esigenze, nuove o in fase di trasformazione, che emergeranno dalle politiche comunitarie. L’elemento centrale di questo meccanismo è che essa offre sostegno finanziario e risorse umane per l’attuazione del periodo di lavoro iniziale (2001- 2003), e incoraggia il processo politico destinato a garantire che il GMES sia attuato completamente.

L’Agenzia spaziale europea sarà incaricata di sviluppare e/o appaltare la necessaria infrastruttura spaziale e i relativi impianti a terra. Essa coordinerà le attività relative allo spazio tra i soggetti partecipanti, come la Commissione europea, Eumetsat (l’organizzazione europea di meteorologia satellitare), le agenzie spaziali nazionali, le organizzazioni industriali e di ricerca.

Un occhio puntato sull’atmosfera

Il GATO – osservazioni atmosferiche globali – è un aggregato di ricerca che sorveglia il depauperamento dell’ozono e i livelli di radiazione UV nell’atmosfera. Quest’opera contribuisce alla valutazione dell’atmosfera su scala globale e concorre a far sì che gli impegni assunti nel protocollo di Kyoto siano rispettati. L’osservazione continua ed affidabile di fenomeni a lungo termine richiede la correlazione di dati raccolti da misurazioni effettuate a terra, da aerostati, da aerei e, sempre più spesso, da satelliti.

Obiettivo 2008

I rappresentanti degli utenti e dei fornitori europei dei servizi e delle tecnologie necessari al Monitoraggio globale per l’ambiente e la sicurezza si sono incontrati alla riunione inaugurale del comitato direttivo del GMES, svoltasi a Bruxelles il 19 marzo 2002. Questa manifestazione è coincisa con il primo passo nell’attuazione del piano d’azione congiunto UE/ASE destinato a preparare il terreno per la creazione entro il 2008 di un sistema autonomo di monitoraggio globale.

Gli obiettivi iniziali (da raggiungere entro il 2003) consisteranno nel valutare le attività e le infrastrutture esistenti attualmente in Europa per il monitoraggio e la produzione di informazioni, e nell’adattare i meccanismi allo sviluppo, alla raccolta e alla distribuzione di dati e informazioni a sostegno degli obiettivi politici dell’UE, oppure, se necessario, nel creare nuovi meccanismi.

Il forum annuale del GMES è una componente fondamentale dell’iniziativa, che fa incontrare tutti i principali soggetti interessati al monitoraggio e alla produzione di informazioni a uso delle politiche per l’ambiente e per la sicurezza in Europa. Il Forum stimola il dialogo e sviluppa una nozione comune dei temi – e ricerca un’impostazione comune per la ricerca delle soluzioni.

Top

 

  page 1 page 2 page 3 page 4 page 5
L'azione UE-ASE