AVVISO IMPORTANTE - Le informazioni contenute in questo sito sono soggette ad una Clausola di esclusione della responsabilitÓ e ad un avviso relativo al Copyright.
 
European Flag    Europa Graphic elementLa Commissione EuropeaGraphic element Ricerca Graphic elementWhat is Europe doing?
Cosa fa l'Europa?

L'idrogeno, l'energia del futuro

Pagina precedente Sommario Pagina seguente
Pagina precedente Sommario Pagina
seguente

Graphic elementFatti e azioni

L'idrogeno diventerà il combustibile rinnovabile e inesauribile del futuro? I ricercatori seguono due piste diverse. La prima, molto avanzata e in fase di sviluppo, è quella delle pile a combustibile. La seconda - ancora agli inizi - è quella della fusione di nuclei di idrogeno.
Rispetto a una pila classica che "esaurisce" i reattivi elettrochimici che generano la corrente, una pila a combustibile è un generatore di elettricità (e, secondariamente di calore) che sfrutta la reazione tra l'idrogeno costantemente rinnovato (come combustibile) e l'ossigeno dell'aria (come comburente) per produrre acqua liberando elettroni. In Europa, negli Stati Uniti e in Giappone è in atto un'intensa attività di ricerca industriale su numerose varianti di pile a combustibile - sia per motori elettrici di automobili che per le nuove generazioni di centrali di elettricità e di calore. Si prevede una grande penetrazione sul mercato nel giro di uno-due decenni di questo tipo promettente di produzione energetica sostenibile.
La grande ambizione della fusione è riprodurre in maniera controllata il gigantesco processo di produzione di energia che avviene nell'universo stellare attraverso la fusione di nuclei di idrogeno in nuclei più pesanti di elio. Da quasi quattro decenni l'Europa ha avviato un vasto sforzo di ricerca su questa energia del futuro che eliminerebbe in modo radicale l'ipoteca rappresentata dall'esaurimento progressivo delle risorse fossili, senza produrre emissioni inquinanti o residui radioattivi. Attualmente la fusione è oggetto di una vasta cooperazione mondiale (ITER) intesa a realizzare a termine un primo reattore sperimentale.

L'idrogeno, l'energia del futuro

Le pile del futuro
Possibile fonte energetica pulita per i veicoli del futuro, la pila a combustibile è anche un'alternativa promettente per applicazioni su scala industriale. Nell'ambito di un progetto europeo, un consorzio di imprese tedesche e danesi ha messo a punto un nuovo tipo di gruppo elettrogeno mobile, in grado di alimentare impianti, in elettricità e in calore.

L'energia delle stelle
Il know-how europeo nella ricerca sulla fusione, in primo piano a livello mondiale è stato in gran parte acquisito grazie agli importanti investimenti effettuati nel JET (Joint European Torus) a Abdington (Regno Unito). In questo impianto futurista sono stati realizzati con successo esperimenti di breve produzione di energia di fusione raggiungendo una potenza di 1,7 MW.

 
Pagina precedente Sommario Pagina seguente
Pagina precedente Sommario Pagina
seguente
  Graphic element Sistema di ricerca Top