Banner Ricerca Avviso legale importante
   
Per contattarci   |   Ricerca   
Diabete
Elemento grafico Home
Elemento grafico Introduzione
Elemento grafico Bambini a rischio
Elemento grafico Trovare la cura al diabete di tipo 1
Elemento grafico La scienza del “viver sano? – il progetto EXGENESIS
Elemento grafico Prospettive future
   
image image
Elemento grafico Altri progetti tematici

 

image

Bambini a rischio

Nell’UE si è riscontrato un netto aumento del numero di soggetti sovrappeso e obesi, dovuto alla diffusione sempre maggiore di un’alimentazione ad alto contenuto di grassi, zuccheri e sali e di uno stile vita eccessivamente sedentario. I soggetti più a rischio sono i bambini. I risultati degli studi effettuati hanno indicato che attualmente un bambino su tre è sovrappeso. Ad oggi sono 14 milioni i bambini sovrappeso e 3 milioni i bambini obesi nell’UE, cifre destinate a crescere al ritmo di circa 400.000 bambini sovrappeso all’anno.

Esiste una chiara relazione tra il rapido aumento dell’obesità e il diabete di Tipo 2. Questo è caratterizzato da una resistenza all’insulina, a causa della quale le cellule dell’organismo non sono in grado di reagire adeguatamente. Circa il 90-95% dei diabetici soffre del diabete di tipo 2.

All’aumentare del peso corporeo di un soggetto aumenta proporzionalmente la possibilità che egli sviluppi il diabete di tipo 2. I meccanismi causali alla base di questo rapporto non sono chiari, ma sembra che il tessuto adiposo in eccesso accresca la resistenza all’insulina e di conseguenza i livelli di glucosio.

Le tipiche difficoltà dei bambini e degli adulti costretti a convivere con il diabete comprendono la gestione delle iniezioni di insulina, la necessità di mantenere costantemente monitorato e basso il livello di glucosio nel sangue e l’obbligo di attenersi a una dieta sana.

Ricerca in azione: combattere l’obesità e il diabete di tipo 2

Il cervello di una persona affetta da sovrappeso cronico interpreta qualsiasi riduzione dell’assunzione di cibo come una minaccia alla propria sopravvivenza e di conseguenza rallenta il metabolismo, dedicando tutte le energie alla conservazione della massa corporea e quindi difendendo le riserve di energia esistenti mantenendole a un livello fisso.

L’obiettivo principale del progetto di ricerca DIABESITY finanziato dall’UE è individuare e collaudare nuove tecniche per la cura e la prevenzione dell’obesità, al fine di regolare questo livello. In particolare, grazie agli studi di genetica umana su soggetti obesi, i ricercatori tentano di individuare nuovi legami genetici con l’obesità e la costituzione corporea

www.eurodiabesity.org

Il 15 maggio 2005 la Commissione ha lanciato la “Piattaforma su dieta, attività fisica e salute?

ec.europa.eu/health/ph_determinants
life_style/nutrition/platform/platform_en.htm

Top

 

  page 1 page 2 page 3 page 4 page 5
Elemento grafico