Per contattarci  |  Ricerca nel sito EUROPA   
Malattie trasmissibili
image Home
image Linee generali
image Tre malattie principali
image Fatti e cifre
image Terapia
image Accelerare la R&S
image La rete UE
image Per maggiori informazioni
   
image image
image Altri progetti tematici

 

image

Linee generali

Malattia significa povertà. Oggi più che mai la malattia è un ostacolo allo sviluppo economico. Le malattie trasmissibili costituiscono il 60 % delle malattie dei paesi in via di sviluppo. Le più letali tra queste sono l'Aids, la tubercolosi (TBC) e la malaria. Queste malattie, benché possano essere prevenute e/o curate, causano la morte di circa 5 milioni di persone all'anno.

La Commissione, tramite il Quinto programma quadro, investe somme sempre più cospicue nella ricerca destinata a queste malattie. Per il periodo 1999-2002, sono stati stanziati circa 130 milioni di euro per la ricerca su Aids, TBC e malaria.

In seguito alla decisione del vertice del G8 di Okinawa (luglio 2000) di intensificare l'azione contro queste malattie, l'UE sta operando attualmente in tre settori principali: ottimizzare le attività esistenti nei paesi in via di sviluppo; rendere più accessibili, dal punto di vista economico, i farmaci fondamentali; investire nella ricerca dedicata a nuovi farmaci e vaccini.

Per rafforzare il sostegno alla R&S occorrono partenariati innovativi (in particolare con l'industria) e un coordinamento più efficace.
La comunità scientifica europea sta già operando con l'industria dei vaccini nell'ambito di una collaborazione internazionale senza precedenti. Ma occorre un migliore coordinamento per espandere ulteriormente la R&S, per accettare un maggiore livello di rischio negli investimenti, e per passare dalla sperimentazione seriale a quella parallela dei farmaci e vaccini in fase di preparazione. Sotto tutti i punti di vista, la recente iniziativa della Commissione volta a creare uno Spazio europeo della ricerca offre l'occasione ideale per migliorare i programmi di ricerca e le attività intraprese dagli Stati membri.

Questa strategia a lungo termine dovrebbe permettere all'UE di contribuire a far fronte al grave problema delle malattie legate alla povertà, lottando contro la diffusione delle epidemie e riducendo i danni di Aids, tubercolosi e malaria nei paesi in via di sviluppo.

Top

 
  1 2 3 4 5 6 7
Malattie trasmissibili