IMPORTANTE AVVERTENZA LEGALE: Le informazioni contenute in questo sito formano oggetto di unaclausola di esclusione di responsabilitàe di una dichiarazione sui diritti d'autore
  Europa Commissione > Politica regionale


Newsroom Newsroom Commissario Dibattito Temi Direzione Generale

Glossario | Ricerca | Per contattarci | Mailing lists
 
Panorama Inforegio

La rivista trimestrale dei protagonisti dello sviluppo regionale

Indice
7 / 10

Gli Stati membri informano

Finlandia
Una campagna d'informazione sui programmi regional


L'informazione sui programmi regionali è stata razionalizzata in Finlandia attraverso un profilo tipo definito da un piano di comunicazione comune. Questa nuova impostazione, che comprende un formato visivo standardizzato, è stata introdotta per stimolare l'interesse del pubblico e porre le basi del futuro sviluppo delle attività d'informazione. L'operazione è coordinata dal ministero degli Interni, ma viene tradotta in pratica dalle singole regioni.

Un piano di questo tipo è stato adottato recentemente per le campagne d'informazione sui programmi previsti nel quadro degli Obiettivi 1 e 2. E si ispira in larga misura al regolamento della Commissione europea per le attività informative e la pubblicizzazione degli interventi.

Il suo obiettivo è quello di offrire un'immagine chiara di questi programmi. In pratica, è stato elaborato un modello che classifica le priorità stabilite in ordine di importanza. Queste, a loro volta, vengono tradotte in temi e messaggi. I temi comuni riguardano il carattere locale delle inziative, la formulazione degli obiettivi, le pari opportunità, le conoscenze tecniche, la cooperazione, il valore aggiunto, il benessere e l'occupazione, la sostenibilità e l'efficacia. Tutti gli organismi incaricati di attuare il programma forniscono informazioni utili a promuovere questi temi comuni, dopo che ciascuno ha deciso quale deve avere più risalto e precisato il contenuto concreto del messaggio in funzione del contesto e del pubblico cui è destinato. Messaggi chiari, che si rafforzano reciprocamente, accrescono la visibilità, la ricettività e la credibilità.
L'informazione viene diffusa in uno stile accessibile, che evita il gergo e i concetti incomprensibili. Si tende in particolare a richiamare l'attenzione dei destinatari, mettendo in rilievo ad esempio le opportunità offerte dai programmi e i risultati ottenuti. Interviste con persone che concorrono alla realizzazione dei programmi o ne sono direttamente interessate danno un volto umano alle iniziative di cui si parla. Pur sottolineando la loro utilità generale, il messaggio privilegia gli aspetti che hanno diretta rilevanza per i singoli individui: salvaguardia dell'occupazione e del reddito, benessere sociale, qualità della vità, fiducia nel futuro e responsabilità personale.

La visibilità è migliorata anche grazie all'uso degli stessi elementi grafici tendenti a contrastare la diversità potenziale di quelli diffusi da vari organismi. Il modello grafico comprende uno slogan e un logo da affiancare a quello comunitario in tutte le attività di comunicazione sui programmi relativi agli Obiettivi 1 e 2. La standardizzazione del formato tipografico, delle immagini e dei colori, nonché dei tipi di pubblicità e di opuscoli, rafforzano ulteriormente la coerenza dell'informazione.

Uno sforzo di collaborazione

La campagna d'informazione è stata concordata di comune intesa fra i ministeri, i consigli regionali e altri organismi interessati, con l'aiuto di un esperto di comunicazione e sotto la direzione del ministero degli Interni in quanto autorità competente per la gestione dei programmi. Si è iniziato da interviste con i diretti interessati alla realizzazione dei programmi e analizzando la pubblicità diffusa attraverso i mezzi d'informazione. E si è completato il lavoro avvalendosi di una rete di comunicazione e dei suggerimenti forniti da un seminario di esperti organizzato nel febbraio del 2000.

Il piano di comunicazione mira a promuovere la visibilità, l'efficacia e la trasparenza delle attività cofinanziate dall'Unione europea.
Tende inoltre a sviluppare un'autentica cooperazione fra i diversi operatori, nonché ad accrescere l'informazione, a stimolare l'elaborazione di progetti e le nuove iniziative e a far conoscere meglio i programmi, fornendone un'immagine coerente.

Nel corso della preparazione della campagna, è stata esercitata una pressione sulle parti in causa affinché si adeguassero alla sua impostazione. Il piano è stato discusso in primavera con i soggetti più direttamente coinvolti nella sua attuazione, accettato in linea di principio e approvato in seguito dai quattro comitati di controllo. Contemporaneamente è stata creata una rete di esperti di comunicazione dei vari organismi compartecipi, il cui impegno avrà un'importanza decisiva per raggiungere l'obiettivo di un'informazione a tutto campo.

Marja Taskinen
Consigliere ministeriale
Ministero degli Interni
Direzione dello sviluppo regionale

Settembre 2000

programmes de l'UE


 

Last modified on