Navigation path

Additional tools

Inforegio-Newsroom

Studio sulle politiche regionali in Cina e nell'UE

(17/01/2011)

Studio sulle politiche regionali in Cina e nell'UE

Nel periodo compreso tra il 2008 e il 2010 è stato condotto uno studio che mette a confronto alcuni aspetti della politica regionale in Cina con la politica di coesione dell'Unione europea. Tale studio è stato finanziato dalla Commissione grazie all'EU-China Policy Dialogues Support Facility e riguarda aspetti pratici dell'elaborazione delle politiche e dello sviluppo regionale. Esso si concentra in particolare su: la definizione e la classificazione economica delle regioni; la governance e il coordinamento della politica regionale e il ruolo della politica regionale nel migliorare la competitività, lo sviluppo sostenibile e lo sviluppo urbano e rurale. A scopo illustrativo, la relazione riporta esempi di migliori prassi della Cina e dell'UE in queste aree.

Le conclusioni della parte dello studio riguardante l'Europa toccano molti ambiti chiave della politica regionale europea che viene analizzata sulla base delle esperienze cinesi. In termini di obiettivi fondamentali della politica regionale dell'UE, gli autori ritengono che ci sono elementi che l'UE può apprendere dalla Cina, uno di essi è la capacità di definire un numero limitato di obiettivi chiari. Ciò chiama in causa l'aspetto "binario" o di "in-out" della politica regionale dell'UE creato dall'uso della soglia del 75% per l'idoneità a ricevere il sostegno prioritario sulla base del PIL pro capite.

In termini di attuazione, la relazione solleva dei dubbi sulla severità dell'approccio "o lo usi o lo perdi" adottato nella gestione finanziaria e suggerisce, invece, una maggiore attenzione alle modalità di supporto delle regioni nel maturare una capacità di spesa più rapida e più efficace per lo sviluppo. Infine, la relazione mette in guardia dallo sviluppo di una "contro-burocrazia" derivante da un processo esaurito di riforme progressive che mancano di una strategia o una finalità generali. Questa contro-burocrazia strisciante si intravede già nei cambiamenti introdotti alle procedure di audit e di valutazione dell'UE nel corso del tempo.

Per maggiori informazioni.

EU Regional Policy: Stay informed