Navigation path

Additional tools

Inforegio-Newsroom

Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva: le capitali dell'UE – partner essenziali per Europa 2020

(03/03/2013)

Crescita intelligente, sostenibile e inclusiva: le capitali dell'UE – partner essenziali per Europa 2020

Le capitali svolgono un ruolo cruciale per il benessere dell'UE e dei suoi Stati membri. Le capitali europee non sono soltanto un elemento di rilievo dell'immagine dell'UE all'estero, della sua identità culturale e attrattiva, ma sono anche possenti volani della competitività, dell'occupazione e dell'innovazione. Nel contempo esse presentano in forma concentrata tutti i problemi dell'Europa con le sue crescenti disparità sociali ed economiche. Le capitali sono laboratori in cui si devono trovare le soluzioni ai problemi socioeconomici dell'UE.    

Noi, sindaci delle capitali dell'UE, plaudiamo pertanto all'iniziativa della Commissione europea di intavolare un dialogo diretto con le capitali e di conferire alle nostre città un profilo più alto in quanto partner dirette dell'UE. Gli obiettivi di Europa 2020 non possono essere raggiunti senza la nostra partecipazione attiva. Le capitali sono i motori dell'innovazione e della crescita intelligente e costituiscono spesso il nocciolo delle reti educative e scientifiche. Le capitali sono essenziali per la crescita sostenibile poiché le loro politiche in materia di trasporti, energia e ambiente hanno un impatto decisivo. Le nostre capitali sono al centro degli sforzi finalizzati a una crescita inclusiva: sono laboratori di diversità sociale, culturale ed etnica.

Dobbiamo continuare a svolgere il nostro ruolo a promozione della competitività, della crescita sostenibile, dell'innovazione e dell'inclusività al fine di superare l'attuale crisi economica, finanziaria e sociale. 

Alla luce delle discussioni in corso sul quadro finanziario pluriennale 2014-2020, dei nuovi regolamenti sui fondi strutturali e sui fondi d'investimento e su altri programmi dell'UE crediamo che:

* le sfide urbane devono essere affrontate in modo integrato, tenendo conto congiuntamente della dimensione economica, ambientale, sociale, culturale e demografica. Apprezziamo pertanto l'impegno della Commissione europea ad un approccio integrato;  

* le future politiche e azioni dell'UE nel campo dei trasporti, dell'ambiente, dell'energia, delle imprese, dell'occupazione, della ricerca, dell'azione per il clima, della lotta contro la povertà e l'esclusione sociale e dell'agenda digitale dovrebbero tutte tener conto della dimensione urbana. È importante assicurare un migliore coordinamento delle tematiche urbane ad opera della DG "Politica regionale e urbana" e noi seguiremo questo aspetto da vicino;

* per quanto concerne il pacchetto legislativo sulla politica di coesione apprezziamo la disponibilità della Commissione a testare nuove idee e modalità di lavoro attraverso le azioni innovative urbane proposte;

* riteniamo che le proposte della Commissione in merito a una maggiore delega gestionale alle città, compresa la gestione dei fondi strutturali dell'UE, siano essenziali per assicurare un'adeguata comprensione dei problemi urbani e un'opportuna risposta ai bisogni reali;  

* i soggetti prioritari su cui sono imperniati i progetti di regolamenti (efficienza energetica, energie rinnovabili, disoccupazione giovanile, innovazione e competitività delle PMI) sono questioni strategiche per le nostre città. Cogliamo con favore le nuove opportunità che si offrono per affrontarli in modo integrato e siamo fiduciosi che la Commissione implementerà la nuova legislazione con spirito flessibile nel rispetto delle specificità locali; 

* auspichiamo di intrattenere un dialogo continuativo con la Commissione europea.

Politica regionale UE: Informazioni
Mezzi di comunicazione sociale