Navigation path

Additional tools

Inforegio-Newsroom

Rendere la Croazia un paese competitivo attraverso la politica di coesione dell’UE

(12/02/2013)

Rendere la Croazia un paese competitivo attraverso la politica di coesione dell’UE

Il Commissario europeo alla Politica regionale, Johannes Hahn, in visita a Zagabria ha incontrato i rappresentanti delle imprese, le commissioni parlamentari principali e i membri di alto livello del governo. Sempre in questa sede sono state definite le opportunità che la futura politica regionale dell’UE offre al paese, nonché le sfide da affrontare. Quando la Croazia entrerà a far parte dell’UE il 1° luglio, i fondi regionali costituiranno il 70% degli investimenti pubblici nel paese, che si traducono in un miliardo di EUR circa da destinare alla creazione di posti di lavoro e alla crescita. L’azione sarà mirata a settori chiave definiti per assicurare un utilizzo efficiente ed efficace degli investimenti.

Il concentrarsi maggiormente su un numero limitato di questioni prioritarie, al centro della politica riformata, è il tema di base del seminario sulla «specializzazione intelligente» che il Commissario Hahn ha tenuto per gli investitori e gli imprenditori locali e a cui hanno partecipato anche alcuni rappresentanti dall’Austria e dalla Slovenia. Durante il seminario sono state approfondite le aree in cui la Croazia può ottenere risultati tangibili in linea con gli obiettivi della strategia UE per la crescita, Europa 2020, ed è stato definito il quadro per la stipula dell’accordo di partenariato della Croazia, prevista per la fine dell’anno.

Position Paper della Commissione per la Croazia

Discorso: Johannes Hahn, seminario sulla «specializzazione intelligente», Zagabria, 12 febbraio 2013

Politica regionale UE: Informazioni
Mezzi di comunicazione sociale