Navigation path

Additional tools

Inforegio-Newsroom

Progetto della settimana: affrontare gli ostacoli della disoccupazione di lungo periodo nella Polonia settentrionale

(15/03/2013)

Progetto della settimana: affrontare gli ostacoli della disoccupazione di lungo periodo nella Polonia settentrionale

Per le persone che hanno superato i 45 anni, non lavorano da tempo o sono affette da disabilità o problemi di salute è arduo trovare un lavoro a causa di numerosi ostacoli. A Elblag, nella regione Warmińsko-Mazurskie, il progetto «Individual Employment Paths» (Percorsi occupazionali individuali) offre l’assistenza qualificata di cui queste persone hanno bisogno per superare gli ostacoli e garantirsi un’occupazione gratificante. Tale modello innovativo, messo a punto per la prima volta in Finlandia e importato in Polonia dal Disability Advisory Council (Erkon) di Elblag, consente agli assistiti di risolvere le difficoltà di carattere psicologico, sociale o sanitario da loro incontrate.

I trentadue partecipanti al progetto (27 donne e 5 uomini), tutti disoccupati di lungo periodo, hanno ottenuto una diagnosi multiprofilo basata sul nuovo modello. Partendo da tale diagnosi, è stato quindi elaborato un «piano di sviluppo personale» per 28 di loro che prevede, tra l’altro, formazione professionale, sostegno psicologico e supporto di una figura di affiancamento (job coach). Quasi l’80% dei partecipanti ha poi trovato un lavoro. Questo dato va raffrontato al 30% appena delle persone assunte tramite le istituzioni tradizionali del mercato del lavoro. Successivamente, grazie al job coach nove neoassunti su dieci, tra coloro che hanno partecipato al progetto, hanno mantenuto il proprio posto di lavoro per più di 15 mesi, migliorando il dialogo e risolvendo eventuali problemi sorti tra il datore di lavoro e il dipendente.

La collaborazione con i datori di lavoro locali, tra cui alcune scuole, è il principale fattore di successo. Il 60% dei datori di lavoro coinvolti nel progetto ha affermato di aver cambiato atteggiamento nei confronti dell’assunzione di persone più mature.

Il progetto, che ha beneficiato di aiuti comunitari per 393 700 euro, apporta un chiaro contributo all’obiettivo della politica di coesione che mira allo sviluppo economico e alla creazione di posti di lavoro aiutando le persone ad essere attive. In Polonia questo modello è già stato diffuso a livello regionale e nazionale. Poiché si tratta di uno schema altamente efficiente, relativamente poco costoso da attuare, che richiede modifiche lievi al diritto del lavoro, è possibile adattarlo e utilizzarlo in altri Stati membri dell’UE e per altri gruppi di persone che necessitano di supporto nell’ambito del mercato del lavoro.

 

Il modello occupazionale «Individual Employment Paths» è stato premiato al concorso RegioStars 2013 nella categoria «Crescita inclusiva».

 

Eliza Popławska-Jodko, coordinatrice del progetto in ERKON, afferma:

 

«La creazione di un modello occupazionale che cambi in modo permanente la qualità della vita dei disoccupati di lungo periodo, incluse le persone disabili, è il vantaggio maggiore di questo progetto».

 

Henryk Chudziński, 61 anni, custode in una scuola a Elblag, disoccupato per 4 anni, ha beneficiato del progetto:

«Mi sento splendidamente. Sono una persona realizzata. Il lavoro è una sfida per me. Sono soddisfatto del mio lavoro».

 

 

Sito Web del progetto

Ritratto

Video

Politica regionale UE: Informazioni
Mezzi di comunicazione sociale