Programma di riconversione urbana delle strade di Napoli

Un quartiere disagiato ed emarginato di Napoli è attualmente interessato da ampie opere di riconversione. Questo programma di ammodernamento interessa la zona portuale est della città e porterà benefici per 3,5 milioni di persone che vivono e lavorano nell’area metropolitana di Napoli.

Altri strumenti

 

Il progetto copre un’area di estensione pari a 29 ettari e si concentra sulla ristrutturazione e l’ammodernamento della rete stradale esistente, migliorando l’accessibilità e rendendo nuovamente operativi alcuni collegamenti sotterranei. Il progetto comprende i seguenti elementi:

  • Riconversione ambientale e urbana di otto strade. (Ferraris, Brecce a Sant Erasmo, Imparato, Brin, Gianturco, Nuova, Delle Brecce e Di Tocco);
  • Costruzione di due sottopassaggi in Via Brin e di un altro in Via Imparato;
  • Lavori di ammodernamento dell’«asse costiero» e riqualificazione della rete fognaria San Giovanni-Volla.

Il progetto, inoltre, contribuirà a migliorare la sicurezza nella zona e dovrebbe portare alla creazione di oltre 500 posti di lavoro durante la fase di attuazione.

Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Riqualificazione urbana dell’area portuale di Napoli est» ammonta a 206 000 000 EUR, di cui 155 000 000 EUR provengono dal Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea, erogati attraverso il Programma operativo «Campania» per il periodo di programmazione 2007-2013. I lavori si inscrivono nel quadro della priorità «Sviluppo urbano e qualità della vita».

Data proposta

18/11/2014