È il momento di scoprire lo splendore di Firenze in tram

Negli ultimi anni il sistema tranviario della città di Firenze è stato sottoposto a importanti lavori di miglioramento. L'obiettivo del progetto attuale è quello di completare le linee 1 e 2 della rete.

Altri strumenti

 

Con i nuovi sottopassaggi stradali e tranviari, la costruzione di un nuovo ponte che attraversa il magico fiume Arno e le modifiche apportate ad alcuni ponti esistenti, l'obiettivo del progetto consiste nel far sì che oltre 14,5 milioni di automobilisti passino al trasporto pubblico.

Completamento del tracciato della rete

Questo progetto rientra in un progetto generale per la costruzione di una rete di linee tranviarie che collegheranno i principali comuni dell'area metropolitana di Firenze. Porterà al completamento di due tratte funzionali della linea 1: una per collegare la stazione ferroviaria di Santa Maria Novella (S.M.N.) di Firenze a Scandicci e un'altra che collegherà Santa Maria Novella al centro ospedaliero di Careggi; il progetto prevede inoltre il completamento della linea 2 (aeroporto Amerigo Vespucci - Piazza della Libertà).

Il progetto comprende investimenti volti a migliorare o modificare le infrastrutture esistenti e a costruire nuove strutture (sottopassaggi stradali e tranviari, un nuovo ponte sull'Arno e altre modifiche necessarie per il nuovo sistema). In totale si realizzeranno 18,92 km di linee e si costruiranno 46 fermate. Si prevede che la rete sia completamente operativa nel 2012. Il progetto contribuirà all'occupazione creando 511 posti di lavoro diretti durante la fase di costruzione e altri 186 quando il sistema sarà ultimato e operativo.

Un tocco ecologico ai trasporti urbani

Il fattore chiave su cui si basano gli obiettivi del progetto è la mobilità sostenibile nell'area metropolitana di Firenze. Le autorità regionali stimano che, come conseguenza diretta dei lavori, oltre 14,5 milioni di automobilisti lasceranno l'auto per passare al trasporto pubblico: si tratterebbe del 37% degli utenti del sistema tranviario. I vantaggi previsti per l'ambiente includono la riduzione del traffico urbano, il miglioramento del traffico dei pendolari e un miglior sistema di trasporto sia all'interno dell'area interessata, sia tra l'area e il resto della regione, contribuendo a migliorare la mobilità dei residenti e di chi visita la città.

Data proposta

09/03/2011