Velocizzazione della rete ferroviaria tra Catania e Siracusa per ridurre i nodi di congestione

Minori tempi di percorrenza e maggiore comfort dei passeggeri grazie a rotaie, gallerie e sistemi di sicurezza migliorati sulla tratta Bicocca-Targia della linea Catania-Siracusa .

Altri strumenti

 

Secondo le previsioni, una serie di interventi di miglioramento e potenziamento sulla tratta ferroviaria Bicocca-Targia, comprensivi di rifacimento delle rotaie per 40 km e posa di nuove rotaie per 8 km, eliminerà le strozzature tra i due importanti nodi ferroviari della linea Catania-Siracusa. I lavori produrranno un effetto positivo sul corridoio TEN-T (reti transeuropee di trasporti) che corre da Helsinki a La Valletta, agevolando i collegamenti tra le due città siciliane e, come risultato diretto, saranno creati 60 nuovi posti di lavoro.

Sicurezza e comfort dei passeggeri

In alcune aree i passeggeri beneficeranno di più sicurezza e comfort. Nelle stazioni saranno montate rampe per consentire un accesso più agevole ai passeggeri disabili; saranno, inoltre, eseguiti lavori di ristrutturazione generica tra cui la sistemazione di pensiline, marciapiedi e sottopassi. Saranno installati sistemi di comunicazione e sicurezza più moderni per migliorare il flusso del traffico e velocizzare il transito dei treni merci.

Sarà garantito un maggiore comfort sulla linea grazie alla correzione delle curve dei binari e alla riparazione e al rifacimento della galleria Valsavoia tra Bicocca e Lentini. 8 passaggi a livello, inoltre, saranno eliminati per migliorare ulteriormente la velocità e il comfort della linea.

Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Velocizzazione della linea Catania-Siracusa: tratta Bicocca-Targia» ammonta a 81 000 000 EUR. Il Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea contribuisce per un importo pari a 55 233 900 EUR attraverso il programma operativo «Reti e mobilità» per il periodo di programmazione 2007-2013 nell’ambito dell’asse prioritario «Miglioramento dei collegamenti tra i sistemi locali e la rete principale».

Data proposta

29/12/2014