Miglioramenti al collegamento ferroviario tra Palermo e l'aeroporto

Con l'obiettivo di potenziare la rete dei trasporti pubblici e di proporre ai cittadini un'alternativa più ecologica, il progetto prevede il raddoppio di 16,57 km di linea ferroviaria tra La Malfa/EMS e Carini, sulla linea ferroviaria Palermo - Aeroporto di Punta Raisi.

Altri strumenti

 

Ne deriveranno diversi vantaggi per i pendolari e per le aziende di trasporto merci: miglioramento dei servizi di trasporto, riduzione dei tempi di viaggio, diminuzione del traffico stradale, maggior affidabilità e sicurezza e anche un impulso all'economia locale grazie anche alla creazione di 541 posti di lavoro complessivi.

Collegamento della rete ferroviaria

RFI (Rete Ferroviaria Italiana) e i suoi utenti saranno i principali beneficiari di questo progetto. RFI ha in concessione la gestione dell'intera rete nazionale. Le tratte interessate da questo progetto appartengono alla rete transeuropea dell'UE nota come Corridoio 1 (Palermo-Berlino) e sono coinvolte anche nella pianificazione dei trasporti a livello nazionale e regionale.

Il progetto rientra in un piano di investimento più esteso, che ha l'obiettivo di raddoppiare i binari lungo l'intera linea ferroviaria che collega Palermo all'aeroporto di Punta Raisi: la tratta A va da Palermo Centrale/Brancaccio a Notarbartolo e comprende l'esecuzione di opere nell'area urbana di Palermo, la tratta B collega Notarbartolo a EMS/La Malfa, mentre la tratta C interessata dal progetto va da EMS/La Malfa a Carini.

Il costo dei lavori svolti sulle tre tratte è di 901,9 milioni di euro complessivi. La tratta Punta Raisi   Carini è già stata raddoppiata ed è operativa dal 2001. Si prevede che entro il 2016 l'intera linea ferroviaria Palermo   Aeroporto di Punta Raisi sarà ultimata e attiva.

Seguire i vantaggi

Il tratto di binario destinato al raddoppio, lungo 16,57 km, offrirà numerosi vantaggi alla regione, tra cui una maggior capacità per tutta la linea ferroviaria e il miglioramento dei servizi, oltre alla riduzione dei tempi di viaggio per passeggeri e merci. Il traffico stradale verrà alleggerito, migliorando l'equilibrio tra il ricorso alle diverse modalità di trasporto nell'area, che a sua volta avrà effetti positivi sull'ambiente. Anche la significativa riduzione del numero di intersezioni stradali contribuirà a migliorare l'affidabilità e la sicurezza delle strade e della ferrovia: verranno rimossi 11 passaggi a livello (riducendo il numero totale da 12 a 1).

Data proposta

15/09/2011