Nuovo ospedale e centro di eccellenza ortopedico in Sicilia

Un finanziamento dell'UE di circa 106 milioni di EUR (circa tre quarti del costo totale) ha permesso la costruzione del nuovo ospedale San Marco e di un centro di eccellenza ortopedico a Librino, alla periferia sud di Catania, la seconda città più grande della Sicilia. Il San Marco è destinato a sostituire gli ospedali Vittorio Emanuele, Ferrarotto e Santo Bambino. L'obiettivo è quello di concentrare in un unico edificio i reparti dedicati alla diagnosi, ai ricoveri e alle attività di cura.

Altri strumenti

 

Il progetto ha portato alla costruzione di un reparto per madri e bambini, un reparto incidenti ed emergenze, un reparto chirurgico e un reparto per garantire la continuità delle cure tra ospedale e servizi sanitari esterni. È stata anche finanziata la fornitura di 458 posti letto.

L'ospedale ha una superficie di oltre 84 000 metri quadrati. Oltre alle strutture sanitarie e ad altri servizi pubblici, è dotato di infrastrutture annesse tra cui uffici, parcheggi, caffetterie, un auditorium e degli alloggi.

Standard di qualità moderni, organizzativi e di sicurezza

L'obiettivo generale del progetto è assicurare la fornitura di strutture sanitarie in grado di soddisfare la domanda in un'area di circa 150 000 potenziali utenti. Gli edifici rispettano standard moderni di qualità, di organizzazione e di sicurezza, in particolare per quanto riguarda gli aspetti antisismici, antincendio e legati alla prevenzione degli incidenti. L'ubicazione dell'ospedale, lontano dal centro dell'area urbana, contribuisce a combattere la congestione del traffico e a facilitare l'accesso alle cure.

Un migliore accesso all'assistenza sanitaria è un'esigenza chiaramente definita sia nei piani sanitari nazionali che in quelli regionali, in linea con i quali è avvenuta la costruzione dell'ospedale. Il consolidamento dei servizi dei tre ospedali esistenti in uno solo dovrebbe migliorare l'efficacia dei servizi.

Quattro aree di attività

Il San Marco opera in quattro settori principali. La chirurgia, con 196 posti letto, copre la chirurgia cardiaca, generale, facciale, pediatrica, toracica, vascolare, oculare, dell'orecchio, del naso e della gola, nonché ostetrica, ginecologica e urologica. L'area medica dispone di 202 posti letto per angiologia, cardiologia, dermatologia, ematologia, trapianto, gastroenterologia, medicina generale, nefrologia, neonatologia, neurologia, oncologia, pediatria e il trattamento della talassemia e delle malattie infettive.

Per le cure intensive si contano 84 posti letto suddivisi tra rianimazione, pronto soccorso, centro traumatico e le unità intensive per gli infarti, coronarica e neonatale. La riabilitazione dispone di 40 posti letto per la riabilitazione a lungo termine e la cura e la riabilitazione fisica. Sono previsti poi 15 posti letto per il reparto di psichiatria e 23 per la pratica privata.

Il centro di eccellenza ortopedico dispone di 160 posti letto per l'ortopedia pediatrica, la chirurgia spinale, protesica e sostitutiva, della mano, del piede, dei tumori ossei e mini-invasiva, nonché il trattamento di malattie congenite reumatiche e rare.


Investimento complessivo e finanziamento dell'UE

L'investimento totale per il progetto «Nuovo Ospedale San Marco» è di 141 850 491 EUR, con un contributo da parte del Fondo europeo di sviluppo regionale dell'UE di 106 387 868 EUR, attraverso il programma operativo «Sicilia» per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

28/08/2017