Treni migliori e in maggiore quantità per la Puglia

Una nuova tratta, una galleria e nuovi veicoli miglioreranno i servizi ferroviari tra Bari e Taranto, apportando benefici a migliaia di residenti locali. Un servizio più frequente contribuirà a far viaggiare più comodamente i passeggeri e a decongestionare il traffico stradale.

Altri strumenti

 

Verranno creati cinquecento nuovi posti di lavoro durante i lavori di miglioramento della rete ferroviaria, nove dei quali saranno a tempo indeterminato quando il sistema sarà ultimato e funzionante.

Nuova infrastruttura, più motori

Il progetto prevede il raddoppiamento del segmento a binario singolo tra Bari Mungivacca e Noicattaro (10,43 chilometri) e un tratto tra le due fermate di Triggiano e Capurso che sarà parzialmente sotterraneo. L'investimento include anche l'acquisto di due nuovi veicoli ferroviari diesel e la rimozione di sette passaggi a livello. L'obiettivo generale è quello di migliorare il servizio pubblico ferroviario sia in termini di quantità che di qualità e di ottimizzare l'efficienza dei collegamenti ferroviari nelle aree suburbane di Bari.

Il passaggio sottoterra della nuova tratta implica la costruzione di una galleria. Tra gli altri elementi si annoverano: condotto di areazione, passaggi pedonali, quattro ponti luce e tutti i sistemi necessari per gestire il traffico ferroviario.

A completamento del progetto si avranno due nuovi veicoli diesel su rotaia (modello ATR 220), la nuova tratta porterà quella esistente a 3 975 chilometri, la galleria sarà lunga 3 155 chilometri e la tratta a doppio binario sarà di 6 459 chilometri. Per rendere il servizio più efficace per gli utenti locali saranno create due nuove fermate e per poter riorganizzare il traffico stradale saranno rimossi sei passaggi a livello e, contemporaneamente, saranno costruiti tre attraversamenti pedonali e un nuovo ponte sulla ferrovia. Saranno inoltre costruiti due nuovi sottopassaggi.

Chi ne trarrà beneficio?

I comuni attraversati dal collegamento Bari-Taranto contano una popolazione di 782 596 abitanti che beneficeranno o del miglioramento del servizio o, indirettamente, della riduzione del traffico stradale. Anche l'ambiente ne beneficerà: le migliorie alla tratta ferroviaria ridurranno le emissioni delle autovetture e durante la fase di costruzione, il progetto è stato ideato per non avere conseguenze negative sull'ambiente.

Le migliorie non saranno apprezzate unicamente da pendolari e residenti locali, ma saranno anche uno stimolo all'economia locale dal momento che anche i turisti potranno sfruttare i nuovi collegamenti per muoversi più agevolmente. Il turismo è un settore in rapida crescita nella regione e Bari, con il suo porto e aeroporto, è un punto di passaggio per i visitatori che desiderano spostarsi all'interno.

Collegamenti ferroviari dell'area, il contesto

I lavori di aggiornamento saranno eseguiti dalla società ferroviaria Ferrovie del SudEst (FSE), che gestisce oltre 180 chilometri di tratte che collegano le province meridionali della Puglia, Bari, Taranto e Lecce. Questa rete offre collegamenti a cittadine minori e paesi da cui le persone si spostano per servizi industriali, il settore agricolo e l'istruzione.

Data proposta

05/10/2011