Un’ampia opera di riconversione del centro storico di Napoli

Un progetto di dimensioni straordinarie e dalle molteplici sfaccettature per la riqualificazione del centro di Napoli mira ad aumentare l’accesso e a fornire alla città maggiori attrazioni culturali per i turisti e i residenti. Gli antichi edifici della zona, patrimonio mondiale dell’UNESCO, sono sottoposti a lavori di manutenzione e, al contempo, vengono messi a disposizione per nuove attività.

Altri strumenti

 

Tutte le componenti di questo progetto, che comprende un’area di 230 000 m2, sono parte di una strategia urbana complessiva volta a proteggere questo importante sito UNESCO. Il programma dei lavori si divide principalmente in quattro parti:

  • Restauro e riutilizzo degli edifici antichi e dei monumenti per scopi sociali e culturali, fornendo in questo modo ai cittadini un maggiore accesso al patrimonio architettonico abbandonato o poco sfruttato in passato.
  • Completamento e utilizzo dei siti archeologici.
  • Riqualificazione delle strade e dei bacini della zona.
  • Miglioramento dell’ambiente urbano, compresi gli spazi pubblici.

Un programma intenso

Questa opera di riconversione su larga scala prevede un’ampia gamma di lavori, compreso il restauro di chiese e cappelle, la creazione di un museo e di una galleria d’arte, nonché la realizzazione di auditorium e spazi dedicati ai giovani e alle attività di istruzione.

L’Ospedale degli Incurabili è stato trasformato in un museo della sanità e della storia della medicina. Al contempo, gli scavi archeologici e i lavori di restauro stanno riportando agli antichi splendori l’antico Teatro di Napoli. Il programma non trascura nemmeno gli spazi esterni, visto che 26 piazze saranno rimodernate e la qualità delle strade sarà migliorata. Inoltre, saranno creati spazi verdi adibiti ad attività sociali e ricreative.

Un tocco di modernità

La maggior parte dei lavori prevede la creazione o il potenziamento di strutture chiave. Pertanto, una parte degli investimenti è stata destinata al rinnovo di infrastrutture importanti quali la rete fognaria, la fornitura di acqua potabile, le rete elettrica e del gas. Saranno inoltre installati nuovi sistemi di illuminazione e attrezzature nelle strade.

Sarà predisposto un sistema di sorveglianza video, completo di telecamere a circuito chiuso. In aggiunta, sono in progetto campagne di informazione e di sensibilizzazione per promuovere tra i cittadini la raccolta differenziata dei rifiuti. La creazione di aree di parcheggio, di zone pedonali e di piste ciclabili costituiscono parte integrante del progetto che si pone l’obiettivo di attrarre un maggior numero di visitatori. È anche prevista l’introduzione di un sistema di «bike sharing» (biciclette condivise).

Secondo le previsioni, durante la fase di attuazione il progetto creerà 330 posti di lavoro.

Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Centro storico di Napoli - Valorizzazione del sito UNESCO» ammonta a 100 000 000 EUR, di cui 75 000 000 EUR provengono dal Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea, erogati attraverso il Programma operativo «Campania» per il periodo di programmazione 2007-2013. I lavori si inscrivono nel quadro della priorità «Sviluppo urbano e qualità della vita».

Data proposta

18/11/2014