Migliorare l’accesso ai servizi a banda larga in Calabria

Più persone dovrebbero potersi collegare ai servizi a banda larga in Calabria, Italia, grazie a un importante programma per la creazione di un’infrastruttura TIC moderna.

Altri strumenti

 

L’investimento prevede la fornitura di un’architettura di rete a banda larga, compresi i condotti per cavi e la fibra ottica, e consentirà agli operatori nel settore delle telecomunicazioni di fornire accesso alla banda larga alla velocità di 30 megabit al secondo (Mbps) a più di 790 000 famiglie e imprese in Calabria. In questo modo, circa 1,3 milioni di persone potranno usufruire di una migliore connettibilità a Internet. Inoltre, il progetto farà sì che più di 980 abitazioni e uffici possano accedere alla banda larga ultraveloce a 100 Mbps.

Nuove connessioni

Telecom Italia è proprietaria della nuova infrastruttura, che verrà installata in più di 220 comuni calabri. In passato, queste zone sono state escluse dalla rivoluzione della banda larga perché il mercato non ha fornito la tecnologia e le connessioni necessarie.

Il progetto fa parte del Piano nazionale per la Banda Larga dell’Italia e quindi integra l’agenda europea del digitale, che mira ad aiutare imprese e cittadini europei a trarre il massimo vantaggio dalle tecnologie digitali. Si prevede che il progetto creerà 240 posti di lavoro una volta completato.


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Banda ultra larga e sviluppo digitale in Calabria» ammonta a 101 614 000 EUR, di cui 48 750 000 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea erogati attraverso il programma operativo «Calabria» per il periodo di programmazione 2007-2013. L’opera ricade nella priorità «Ricerca scientifica, innovazione tecnologica e società dell’informazione».


Data proposta

10/06/2015