Collegare la Campania: accesso alla banda larga e sviluppo digitale in tutta la regione

Milioni di persone potranno usufruire di servizi Internet ad alta velocità nell’intento di migliorare l’accesso alle TIC e la copertura della banda larga nella regione. Il progetto rientra nel Piano nazionale per la banda larga dell’Italia, che definisce la strategia per il conseguimento degli obiettivi UE in materia di sviluppo della banda larga e connettività.

Altri strumenti

 

In Campania un progetto di investimento si propone di ampliare la copertura Internet ad alta velocità consentendo a oltre 2,7 milioni di persone di beneficiare di servizi di connettività a banda larga con velocità di 30 mbps (megabyte per secondo) e a 480 000 di usufruire di connessioni sino a 100 mbps.

Oltre i residenti, si prevede che l’ampliamento della copertura raggiunga 20 strutture ospedaliere e 1 655 imprese in 119 comuni, apportando benefici economici e commerciali e sviluppando nella regione la «società dell’informazione».

Tecnologia aperta

Il progetto comporta la costruzione di un’infrastruttura di rete passiva che consenta agli operatori di fornire ai propri clienti l’accesso a reti ad alta velocità a banda ultralarga.

L’infrastruttura utilizza una tecnologia aperta affinché tutti gli operatoti offrano i propri servizi senza vincoli sulla scelta delle tecnologie. L’architettura tecnica di rete è nota con l’acronimo FTTx (fibre to the x) e consiste nel collegare ogni «unità immobiliare», abitazione o ufficio, al nodo di accesso locale o punto di comunicazione. In tal modo l’unità immobiliare è collegata all’intera rete con la fibra ottica. In alternativa i cabinet della rete di accesso sono collegati in rame a stazioni radio base per le telecomunicazioni mobili e «hotspot» Wi-Fi.

Il progetto rientra nel Piano nazionale per la banda larga «Strategia digitale per l’Italia» che adeguerà il paese agli obiettivi dell’Agenda digitale dell’Unione europea e dovrebbe collegare oltre 119 comuni in zone di «fallimento del mercato», dove sono mancati investimenti privati a favore dello sviluppo dell’infrastruttura telematica. 

Si prevede che il progetto creerà 24 posti di lavoro durante la fase di implementazione e 204 dopo l’ultimazione.


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Banda larga e sviluppo digitale in Campania» ammonta a 179 386 000 EUR, di cui 91 500 000 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale dell’Unione europea erogati attraverso il programma operativo «Campania» per il periodo di programmazione 2007-2013 nell’ambito dell’asse prioritario «Società dell’informazione».


Data proposta

23/12/2014