Completamento del prolungamento della linea 1 della metropolitana di Napoli

Questo progetto prevede l'esecuzione di opere civili e tecniche sulla linea 1 della metropolitana di Napoli, tra le fermate Dante, Garibaldi e Centro Direzionale, per completare il prolungamento della linea.

Altri strumenti

 

Il progetto, che rientra in un programma più vasto di investimento nei trasporti urbani, ha l'obiettivo di migliorare la qualità e la quantità dei servizi disponibili per i pendolari, incrementando la quota di mercato del trasporto pubblico e riducendo i problemi di congestionamento del traffico sulla rete stradale urbana. Completerà opere di costruzione già iniziate e, in alcuni casi, quasi ultimate (ad esempio, le fermate e le gallerie).

Chiusura dell'anello della linea 1 della metropolitana

Il prolungamento della linea 1 della metropolitana, con l'aggiunta di una nuova tratta tra le fermate Dante e Centro Direzionale, rientra nella linea circolare progettata per collegare il centro urbano di Napoli e i comuni circostanti. Gestito da Metronapoli S.p.A (quasi interamente di proprietà del comune di Napoli), il progetto di prolungamento prevede la realizzazione di una nuova tratta di linea metropolitana lunga 5,1 km, oltre a una galleria a doppio binario e a cinque fermate (Toledo, Municipio, Università, Duomo e Stazione centrale).

Oltre alla conclusione dei lavori attualmente in corso, il progetto di completamento è orientato al rinnovamento urbano nell'area delle stazioni, all'esecuzione di opere tecnologiche riguardanti l'attrezzatura ferroviaria (impianto dei fili di contatto e rete di alimentazione elettrica, segnaletica, distanziamento e sistema di gestione del traffico), oltre ad altre opere civili riguardanti le stazioni.

Vantaggi concreti per il traffico stradale e per quello ferroviario

Il progetto rispetta le priorità definite nel Programma operativo regionale per la Campania del periodo 2007-2013 per quanto riguarda l'area tematica "Accessibilità e trasporti". Da un punto di vista pratico, il prolungamento consentirà di completare l'anello della linea 1 della metropolitana, ridurrà le esigenze di cambio di modalità di trasporto da parte dei pendolari in corrispondenza delle stazioni Piscinola e Dante, infine influirà sul rinnovamento urbano migliorando l'accessibilità delle nuove fermate e attribuendo valore aggiunto ai quartieri attraversati dalla linea metropolitana.

Si prevede che il progetto offrirà vantaggi diretti alla popolazione della zona Dante - Garibaldi (72.000 residenti e 70.000 lavoratori) e considerando il transito di automobili e autobus nell'area, interesserà una popolazione ancora più numerosa (circa 390.000 cittadini). Inoltre alcune fermate diventeranno degli importanti nodi di interscambio modale. Il progetto porterà quindi vantaggi indiretti a tutta la popolazione dell'area metropolitana di Napoli (2,6 milioni di abitanti), migliorando la qualità e la quantità dei servizi disponibili per i pendolari e riducendo il congestionamento del traffico per chi guida.

Data proposta

08/09/2011