Soluzioni per adattare i servizi pubblici al cambiamento demografico

Il progetto ADAPT2DC attinge all’esperienza e alla competenza delle autorità pubbliche dell’Europa centrale per sviluppare soluzioni innovative per il mantenimento dei servizi pubblici malgrado la contrazione demografica delle popolazioni. Tale cooperazione transfrontaliera contribuisce sia al miglioramento delle strutture di governance sia alla riduzione dei costi.

Altri strumenti

 

" ADAPT2DC ci ha mostrato come distribuire razionalmente gli asili nido. Se i bambini sono costretti a lasciare regolarmente il centro rurale in cui vivono, diventa improbabile che scelgano di abitarci da adulti. Pertanto la presenza di strutture assistenziali per l’infanzia idonee contribuisce a contrastare le tendenze allo spopolamento. "

Zsuzsa Mester, Autorità ungherese per gli affari sociali e la tutela dell’infanzia

Il marcato cambiamento demografico pone sfide per molte autorità pubbliche d’Europa. Mentre le popolazioni di alcune regioni diminuiscono, invecchiano e diventano più eterogenee, la base impositiva si riduce. Al contempo, i governi locali e regionali devono continuare a fornire servizi come l’assistenza sanitaria agli anziani.

Le comunità dell’Europa centrale si trovano di fronte a una serie di interrogativi che nascono dal fenomeno dell’abbandono delle piccole città da parte dei giovani, che lasciano una popolazione senescente: è possibile finanziare una scuola primaria frequentata solo da cinque scolari? Quanto può viaggiare una persona per raggiungere un ospedale in caso di emergenza?

È sufficiente che un autobus si fermi in un villaggio due volte al giorno? Che effetti produce sugli anziani la chiusura definitiva dell’ultimo negozio della zona?

Tale mutamento demografico significa domande instabili. E tutte in direzione opposta alla diminuzione dei fondi pubblici destinati ai servizi pubblici e alle infrastrutture.

Un dialogo sulle soluzioni appropriate

Dal momento che il problema dell’invecchiamento delle società interessa molte regioni, è di fondamentale importanza istituire un dialogo sulle soluzioni appropriate. Il progetto ADAPT2DC si propone di offrire una piattaforma per tale dialogo e di identificare gli approcci trasferibili che si evolveranno in una strategia comune per affrontare le problematiche evidenziate. Il progetto non intende invertire i cambiamenti demografici in atto, piuttosto cerca di adattarsi a ciò che sembra un processo irreversibile.

A tale scopo, ADAPT2DC offre alle città e alle regioni in contrazione demografica il supporto per sviluppare servizi e infrastrutture tecniche e sociali efficienti in termini di costi e sostenibili, tra cui assistenza sanitaria, edilizia abitativa, trasporti pubblici, servizi sociali e fornitura idrica.

ADAPT2DC in azione

ADAPT2DC opera attraverso azioni pilota, ognuna delle quali copre un ampio ventaglio di infrastrutture e testa soluzioni innovative. Ad esempio, in Polonia le unità di telemedicina dotate di piattaforme di comunicazione moderne sono state in grado di effettuare controlli e verifiche mediche a distanza. Il risultato sono state diagnosi precoci e conseguente riduzione dei costi di assistenza sanitaria per gli anziani. Analogamente in Germania i dipendenti pubblici ricevono «coaching demografico», ovvero il supporto di professionisti su problematiche collegate al cambiamento demografico, e imparano come affrontare più efficacemente le esigenze tipiche delle popolazioni in calo e senescenti.

Le esperienze maturate grazie a queste attività pilota saranno combinate con l’analisi scientifica degli sviluppi demografici e della spesa infrastrutturale di tutta l’Europa centrale. Al termine del progetto, ADAPT2DC formulerà raccomandazioni indirizzate ai responsabili delle politiche su come preparare le rispettive regioni al cambiamento demografico;


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «ADAPT2DC, Adaption to Demographic Change» ammonta a 2 595 637,74 EUR, di cui 2 096 928,14 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale erogati attraverso il programma operativo «Europa centrale» per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

19/11/2014

Video