«ET-struct» prevede e soddisfa le esigenze occupazionali delle regioni

Per contribuire a rispondere alle mutevoli richieste di competenze provenienti dal mercato del lavoro odierno, il progetto «ET-struct» ha sviluppato nuovi sistemi per prevedere e soddisfare le domande di lavoro delle regioni.

Altri strumenti

 

" Secondo la politica di coesione, occorre investire “in capitale umano e fisico, determinanti per la crescita e il potenziale occupazionale”. In particolare non si affrontava adeguatamente la questione rappresentata da “istruzione e formazione e adattabilità dei lavoratori”. Sono precisamente questi i temi affrontati con successo da ET-struct, che ha proposto soluzioni pratiche e fattibili per tutte le regioni europee "

Stuart Simpson, Responsabile di progetto

Il progetto «Economic Educational Territorial - Structure» è nato dalla volontà di affrontare i problemi occupazionali regionali, tra cui il fenomeno della «fuga dei cervelli», nonché di rafforzare il collegamento tra i sistemi formativi e l’applicazione di nuove tecnologie e pratiche commerciali.

Sulla base di fattori regionali di carattere formativo, economico e politico, il progetto ha sviluppato un modello sistematico flessibile, dinamico e innovativo chiamato «ET-Inventory» che prevede le esigenze occupazionali. «Utilizzando tale modello, nelle 10 regioni partner sono state condotte indagini volte a stabilire quali competenze cercano i datori di lavoro e a offrire agli investitori indicazioni utili sulle economie di tali regioni» afferma Stuart Simpson, responsabile del progetto.

Strumenti per una gestione più efficace delle esigenze del mercato del lavoro

Sulla base di tali indagini, è stata sviluppata una piattaforma di e-learning chiamata «ET-LearnTrain». Tale piattaforma offre formazione in presenza e online alla forza lavoro residente nelle regioni di Austria, Repubblica ceca, Germania, Italia, Polonia, Slovenia e Ucraina che partecipano al progetto. Sono stati ideati, inoltre, 24 moduli formativi riguardanti ambiti quali imprenditorialità, supporto delle TIC, competenze sociali, capacità di comunicazione interculturale, orientamento professionale e formazione tecnica. Con tali moduli sono state formate complessivamente 517 persone.

Un altro risultato importante del progetto è stato «ET-Academy»", un manuale di gestione basato sulle esperienze maturate e le lezioni apprese nell’implementazione della piattaforma «ET-LearnTrain». Il manuale può diventare un utile strumento per le altre autorità regionali d’Europa che desiderino affrontare i cambiamenti strutturali dell’occupazione.

ET-struct, inoltre, ha istituito organismi, noti come «triangoli di gestione regionale», volti a garantire l’allineamento nelle regioni tra esigenze occupazionali e competenze lavorative. Il progetto, infine, ha prodotto un documento intitolato «ET Management» che offre alle altre regioni europee un modello per la creazione di «triangoli della gestione» propri.


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Economic Educational Territorial - Structure» ammonta a 2 600 800 EUR, di cui 2 058 635 EUR sono contributi del Fondo europeo di sviluppo regionale erogati attraverso il programma operativo «EUROPA CENTRALE» per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

19/11/2014