Offrire alle donne le competenze per avere successo sul mercato del lavoro

Un progetto biennale sta aiutando le donne ad acquisire le competenze e le conoscenze tecniche necessarie per trovare un posto di lavoro, specialmente in settori tradizionalmente dominati dagli uomini, come le tecnologie dell’informazione e l’imprenditorialità.

Altri strumenti

 
Aiutare le donne a realizzare le proprie idee occupazionali o relative a nuove attività, innovazioni, progetti Aiutare le donne a realizzare le proprie idee occupazionali o relative a nuove attività, innovazioni, progetti

Il progetto Winnet 8, iniziato nel 2010, ha puntato a occupare più donne, aiutandole anche a creare nuove imprese per favorire lo sviluppo nelle varie regioni europee. Oltre ad adottare questo approccio mirato, il progetto si è riproposto di dare forma a politiche, a livello regionale, nazionale e di Unione, correlate alla condizione delle donne nell’ambito del mercato del lavoro e di far sì che tali approcci fossero integrati nelle politiche tradizionali. Sono state così esaminate, a livello di sviluppo delle politiche, le problematiche che esistono e che possono ostacolare la conquista di un posto di lavoro o di un avanzamento di carriera da parte delle donne in specifici ruoli e settori.

Avvalersi delle competenze di esperti

Il progetto, che riunisce nove regioni di otto Stati membri (Bulgaria, Finlandia, Grecia, Italia, Polonia, Portogallo, Regno Unito e Svezia), si è basato sulle migliori pratiche esistenti in Europa per elaborare strategie di supporto alle donne. Il progetto ha cercato, in particolare, di diffondere il modello dei centri di risorse per le donne ideati in Svezia, una rete di centri gestiti localmente che offre supporto alle donne con l’obiettivo più ampio di essere uno strumento per promuovere l’uguaglianza di genere in Europa.

Il principale gruppo target dei centri sono donne che desiderano realizzare le proprie idee occupazionali o relative a nuove attività, innovazioni, progetti, etc. I centri di risorse offrono a queste donne counselling aziendale, formazione, servizi per l’elaborazione di progetti, aiuti finanziari, sostegno alle imprese, tutoraggio e reti di iniziative comuni a vari livelli (locale, regionale, nazionale e internazionale).

Promuovere l’eccellenza nel definire le politiche

I responsabili delle politiche e gli impiegati civili sono un altro importante gruppo target delle attività dei centri di risorse per le donne, per raggiungere il quale sono stati creati gruppi «multiattore» regionali affinché costituissero un forum per la cooperazione tra autorità di gestione, autorità locali e regionali, imprese, enti di ricerca, centri di risorse per le donne e tra questi ultimi e altre organizzazioni nel settore del volontariato e delle ONG.

Grazie all’esperienza e alle conoscenza acquisite tramite sessioni di formazione interregionali, visite di studio e seminari, gli Stati membri coinvolti hanno elaborato nove piani di azione regionali. I risultati di tali piani dovrebbero essere da stimolo ad Europa 2020 e alla politica di coesione 2014-2020 nelle regioni interessate e nell’Unione europea nel suo complesso. Un volume contenente raccomandazioni per le politiche, dal titolo «Innovation & Policies, for Smart, Inclusive and Sustainable Growth» (Innovazione e politiche, per una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile) è stato prodotto e diffuso a livello regionale, nazionale ed europeo.

Un centro di eccellenza Winnet è stato istituito in Svezia nel 2011 e verrà ampliato per essere un «banco di prova» nel quadro della Strategia dell’UE per la regione del Mar Baltico. Il centro analizzerà, divulgherà e integrerà le esperienze dei centri di risorse per le donne d’Europa maturate dalla metà degli anni Novanta e contribuirà a ideare strategie che influenzino la politica e l’applicazione di buone pratiche.

Infine, grazie allo scambio interregionale di migliori pratiche, alle visite di studio e alla ricerca, il progetto ha elaborato un volume di orientamento dal titolo «Women Resource Centres, Innovation & Practices for Smart, Inclusive and Sustainable Growth» (Centri di risorse per le donne, innovazione e pratiche per una crescita intelligente, inclusiva e sostenibile), che propone una serie di esempi selezionati di buone pratiche provenienti dagli Stati membri. Sono state inoltre prodotte varie altre pubblicazioni in tema di migliori pratiche.

«L’esperienza maturata in Svezia per accrescere l’occupabilità delle donne si sta dimostrando assai preziosa per altri paesi in tutta Europa… [È evidente che] il progetto WINNET 8 sta offrendo un contributo positivo alle priorità 2014-2020 della politica di coesione per aumentare la parità di genere nell’ambito del mercato del lavoro».

- Carin Nises, Comune di Älvdalen (Lead Partner)


Investimento complessivo e aiuti comunitari

L’investimento complessivo per il progetto «Winnet 8 - an Interreg IVC capitalisation project, Improving gender equality in employment, human capital and education» (Winnet 8 – progetto di capitalizzazione Interreg IVC, Rafforzare l’uguaglianza di genere nel campo dell’occupazione, del capitale umano e dell’istruzione) è di EUR 2 356 778, con il contributo del Fondo europeo di sviluppo regionale di EUR 1 835 850. Il progetto è finanziato nell’ambito della priorità «Innovazione ed economia della conoscenza» del programma di cooperazione interregionale INTERREG IVC per il periodo di programmazione 2007-2013.


Data proposta

22/11/2013