Smart Energy – Incrementare la cooperazione tra ricercatori e aziende per raggiungere l'efficienza energetica

Il progetto Smart Energy – Network of Excellence ha reso possibile la cooperazione transfrontaliera tra il Friuli-Venezia Giulia, regione del nord Italia, e lo stato della Carinzia, nell'Austria meridionale, nel campo della ricerca sulle tecnologie energetiche a bassa intensità di carbonio. Ha consentito ai partner del progetto di espandere la loro rete, sviluppare nuovi progetti di ricerca e approfondire la conoscenza dei loro ambiti specifici.

Altri strumenti

  •  
  • Riduci carattere  
  • Ingrandisci carattere  
© The Lakeside Science & Technology Park © The Lakeside Science & Technology Park

" Il progetto sostiene l'innovazione regionale e interregionale nelle tecnologie energetiche attraverso lo sviluppo e il mantenimento di una chiara strategia di innovazione e di una piattaforma di cooperazione organizzativa. "

Martin Krch, Projects and Cooperation, Lakeside Science & Technology Park GmbH

Lo sviluppo di nuove tecnologie a basso tenore di carbonio è fondamentale per raggiungere gli obiettivi dell'UE legati ai cambiamenti climatici, contribuendo al contempo a stimolare innovazione, lavoro e crescita. Per tagliare le emissioni di gas serra dell'80% rispetto ai livelli del 1990 entro il 2050, è necessario mettere in campo nuove tecnologie a basso tenore di carbonio, settore in cui l'Europa è protagonista. 

Per contribuire al raggiungimento di questi obiettivi, il progetto Smart Energy – Network of Excellence ha sviluppato una rete interregionale di competenze sulle tecnologie a basso tenore di carbonio, collegando istituti di ricerca e aziende innovative delle due regioni partecipanti. La ricerca nelle tecnologie a basso tenore di carbonio abbraccia vari argomenti, come ad esempio l'efficienza, il risparmio, l'immagazzinamento e la produzione energetici. È inoltre strettamente correlata alla gestione dei rifiuti, al riciclaggio e alla depurazione delle acque. 

Durante l'attuazione del progetto, avvenuta tra gennaio 2012 e marzo 2015, sono state assunte altre quattro persone.

Creare una piattaforma di cooperazione online e un piano strategico

Il progetto ha raggiunto tre obiettivi principali, in linea con la strategia Europa 2020 dell'UE basata sul consolidamento della ricerca, dello sviluppo tecnologico e dell'innovazione in tutti gli Stati membri. Il primo consisteva nell'identificare i ricercatori e gli ambiti di ricerca per elaborare una mappa delle competenze, evidenziando le aziende e gli istituti di ricerca attinenti. 

Questa analisi ha consentito ai partner di identificare i punti di forza di entrambe le regioni, nonché le potenziali sinergie e cooperazioni tra di esse. Il fine ultimo era quello di intensificare la collaborazione tra ricercatori e imprese, collegandoli attraverso una piattaforma di networking online.

Il secondo traguardo era rappresentato dall'elaborazione di una tabella di marcia e di una strategia di ricerca e innovazione transfrontaliere basate sulle competenze disponibili in entrambe le regioni.

Esecuzione dei progetti pilota

Il terzo passaggio implicava l'esecuzione dei progetti pilota per testare gli obiettivi strategici del progetto. Uno dei progetti pilota del Lakeside Science & Technology Park consisteva nella formazione del gruppo di ricerca «Gestione energetica e tecnologie» presso l'Alpen-Adria-Universität di Klagenfurt. In quest'ambito si è tenuto un seminario internazionale di una settimana riguardante la «Gestione energetica incentrata sugli esseri umani» presso Lakeside Park, che ha preso in esame gli aspetti interdisciplinari dello sviluppo di tecnologie energetiche a basso tenore di carbonio. 

Un altro progetto pilota era rappresentato dall'analisi statistica del parco edilizio e dall'elaborazione di orientamenti per l'aumento dell'efficienza energetica da parte del CETA (Centre for Theoretical and Applied Ecology). 

Un terzo progetto era legato all'istituzione di un osservatorio presso l'Università di Udine finalizzato a monitorare la produzione energetica locale da fonti rinnovabili, promuovere e creare strutture di ricerca, nonché attrezzature per analisi tecniche e scientifiche, e sviluppare nuove strategie per le energie rinnovabili. 

L'ottenimento di tali risultati crea le basi per la futura collaborazione tra gli istituti di ricerca e le aziende.

Investimento complessivo e finanziamenti UE 

L'investimento complessivo del progetto «Smart energy – Network of excellence» è pari a 1 217 059 EUR, dove il Fondo europeo di sviluppo regionale dell'UE ha contribuito con 843 373 EUR attraverso il programma operativo «Italia - Austria» per il periodo di programmazione 2007-2013. L'investimento rientra nella priorità «Relazioni economiche, competitività e diversificazione»

Data proposta

03/06/2016